Review Party: “IL RAGAZZO IDEALE” di Sarina Bowen & Elle Kennedy – ed. Always Publishing

La nostra Federica Cabras partecipa, per A libro aperto, al Review Party di un romanzo pazzesco, di due autrici superlative: “Il ragazzo ideale” di Sarina Bowen & Elle Kennedy, edito Always Publishing.

Genere: Commedia romantica
Pagine: 288
Data di uscita: 11 febbraio 2021
Prezzo cartaceo: € 13.90
Prezzo ebook: 
€ 4.99
Traduzione: Tiziana Pennato

Trama

Un matrimonio esilarante, una stella dell’hockey dal cuore tenero e tanti cagnolini da salvare: è la ricetta perfetta per innamorarsi!

Organizzare il matrimonio di suo fratello, dove saranno presenti famosi giocatori di hockey, è la sfida più grande che Jess Canning ha davanti a sé. A ventisei anni, infatti, Jess è la pecora nera della famiglia e vuole a tutti i costi rendere orgogliosi i suoi genitori, dimostrando di aver trovato finalmente un’attività di successo a cui dedicarsi.

L’unico ostacolo? Il testimone dello sposo è Blake Riley, giocatore di hockey professionista dall’esuberanza irresistibile… e anche l’uomo con cui Jess ha passato una indimenticabile notte pochi mesi prima.

Comunque, si tratta di un’avventura che Jess è decisa a dimenticare e di una tentazione a cui è ancor più decisa a non cedere più.

Peccato che Blake sia di tutta altra idea.

Per lui, questo matrimonio è un vero colpo di fortuna: la sua chance perfetta di conquistare la testarda Jess. E se lei si rivelasse un (bel) po’ prevenuta nei suoi confronti?

Quando, per uno scherzo del destino, anche Jess si trasferirà a Toronto l’unico obiettivo di Blake diventerà proprio dimostrarle che dietro la sua reputazione di dongiovanni si nasconde in realtà un vero ragazzo ideale. E, da atleta professionista, sarà pronto a combattere per la vittoria con ogni mezzo!

Jess Canning è alle prese con i preparativi del matrimonio di suo fratello Jamie ed è distrutta. Odia ogni singolo istante che deve trascorrere al telefono a ordinare palloncini o a discutere il colore dei fiori. Sì, è vero, ha scelto lei di fare l’organizzatrice di eventi – e, a dirla tutta, è anche molto brava – ed è vero anche che, prima di questo, ha cambiato diversi lavori. È corretto anche affermare che alcune delle carriere scelte e poi scartate le hanno finanziate i suoi genitori. Ma è facile, a ventisei anni, non trovare al primo colpo la propria strada. Del resto, una laurea sbagliata, in un campo dove è un pochino, diciamo, difficile crearsi un futuro, può compromettere facilmente tutto. E lei è così, che si sente: compromessa. Fallita. Spenta.

Come fa a dire ai suoi amati genitori che vuole buttarsi – per l’ennesima volta – nel vuoto? Chi pagherà di nuovo i suoi studi?

Comunque, di una cosa è certa: se ne andrà con il botto perché quest’ultima occasione – il “sì, lo voglio” del fratello con una stella dell’hockey – la dovranno ricordare TUTTI.

Nel folle tentativo di far quadrare ogni cosa alla perfezione, quasi – quasi, eh – non si preoccupa di Blake. Oh, il mitico Blake, compagno di squadra del promesso sposo del fratello nonché, ehm, suo amico di letto… Ma solo per un’unica, folle notte trascorsa mesi prima.

Sì, perché Jess conosce molto bene la prestanza fisica del bel Blake – e chiamiamola prestanza e basta – ma anche la sua lingua biforcuta. Il suo carattere indomabile. La sua arguzia. Il suo modo di essere impertinente e un po’ eccessivo ma sempre e comunque vero. Onesto.

Crispio!

Cosa accadrà tra loro durante le nozze? E soprattutto, cosa accadrà quando una particolare circostanza li porterà nella stessa città, a frequentare le stesse persone?

Toronto sarà la culla di questa incredibile storia.

Partiamo da Blake, oh Blake.

Volgare al punto giusto, quasi sempre eccitato – e soprattutto dalla bella e tenace e insicura e preziosa Jess – e bello da far male, il campione di hockey è anche una persona genuina, sincera, mai falsa. Ama la sua famiglia e nasconde, nel suo cuore, un segreto che gli fa onore: chi sarebbe capace di tenersi dentro una verità scomoda per sé pur di non far soffrire altre persone? Sì, perché siamo tutti bravi e belli, a parole, ma quando veniamo danneggiati apriamo la bocca e lo diciamo ai quattro venti; lo urliamo, il nostro essere stati feriti. Lui no. Lui protegge. Lui ama. Lui si carica di pesi togliendoli agli altri.

Jess intanto, non certo immune al suo fascino, ha una bella gatta da pelare, abbiamo detto. E non ha tempo di lasciarsi andare a relazioni più o meno importanti. Deve dedicarsi a se stessa, capire come sbrogliare la matassa e, una volta fatto questo, meritarsi il nuovo, difficoltoso percorso scelto. Eh… Ma come si fa a concentrarsi con Blake in giro che sembra pagato per guardarla? E se queste sue remore riuscissero anche, se possibile, a renderlo più ossessionato da lei? Sì, insomma, Blake è conosciuto, bello, forte e prestante; decine di ragazze gli si lancerebbero nel letto nude.

Ma lei no. Lei lo guarda, lo ammira e manda giù la saliva al solo pensarlo. E non si lascia andare così facilmente. Una pazzia per lui, insomma. 

Dire che quella che hanno costruito le autrici è una bella storia sarebbe riduttivo, senza alcun dubbio. Loro ci hanno, molto semplicemente, servito su un piatto d’argento una delle storie più originali, sensuali e divertenti del panorama letterario degli ultimi tempi. Sì, perché non è possibile – NON È POSSIBILE – non innamorarsi di Blake, non fraternizzare per Jessica, non amare mamma Riley – e le sue urla – e non simpatizzare per Wes e Jamie, così pieni d’amore da lasciare senza fiato. Scene esilaranti, scene serie, scene a tratti drammatiche – perché c’è sempre tensione quando una verità a lungo taciuta viene fuori – e scene leggere: c’è proprio di tutto, in questo romanzo.

E c’è l’amore ma non quello che generalmente si conosce. Non quello stereotipato, che quasi sembra sempre uguale nel suo ripetersi all’infinito. Perché l’amore non è mai “uguale”: definirlo così sarebbe togliergli potere e forza. L’amore è sempre diverso. Ed è sempre speciale.

L’amore è passione. L’amore è perdersi l’uno negli occhi dell’altro ma anche fare sesso senza respiro e desiderare la bocca e la carne l’uno dell’altro. Sì, l’amore è farsi le coccole in un letto, progettando il futuro, ma anche sfilarsi le mutande in un’auto dai vetri oscurati e respirare affannosamente. E l’amore è anche dirsi cose sconce e poi parole d’amore e di nuovo cose sconce. Ma l’amore è soprattutto emozione. Desiderio, di togliersi i vestiti e i timori. Desiderio di trovare nell’altro un porto sicuro. Di essere protetti, okay, ma anche di proteggere.

Ho adorato “Il ragazzo ideale” di Bowen e Kennedy. Mi ha strappato alcune risate e anche alcuni sospiri. E quando accade questo, si ha vinto.   

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close