Recensione: “LE API DI WATERLOO” di Giulia De Martin – ed. Words Edizioni

Sapete, mi sono innamorata immediatamente di questa cover e a quanto pare il romanzo non è da meno! Andate a leggere la recensione di LE API DI WATERLOO di Giulia De Martin – ed. Words Edizioni – a cura della nostra Simona La Corte.

  • TITOLO: Le Api di Waterloo
  • AUTORE: Giulia De Martin
  • EDITORE: Words Edizioni
  • GENERE: Romance storico/Epoca Regency
  • FORMATO: Ebook (2,99) – Cartaceo (15,90)
  • PAGINE: 340
  • RELEASE DATE: 12.05.2021

DISPONIBILE SU AMAZON E IN TUTTE LE LIBRERIE

“Quello che c’è stato fra noi è condannato sia dalle leggi degli uomini che dalla legge del Cielo. Possiamo solo accettarlo, conviverci e trarne il meglio possibile.”

TRAMA

Inghilterra, 1815

Phédre Hale, Marchesa di Northampton, ha solo vent’anni, quando si trova in balia della sorte avversa: Waterloo le ha strappato l’amato marito e la spensierata fanciullezza. La lady Northampton che amava trascorrere le giornate nella lussureggiante serra è ormai solo un ricordo. Phédre, però, sa che non può soccombere agli eventi e che l’unico modo per sopravvivere è assecondare la propria condizione. Intelligente e caparbia, non si tirerà indietro di fronte a niente per riacquistare sicurezza, anche se ciò significa sposare Edward Hale, l’irlandese dagli occhi di ghiaccio, erede del casato e cugino dell’amato marito disperso. Tuttavia, la vita spesso riserva risvolti inaspettati, fino a sgretolare anche la più solida certezza. 

Le grandi tenute di campagna e i dolci pendii della brughiera fanno da sfondo a una storia d’amore e morte, rinascita e assoluzione, intrisa del profumo delle peonie e cullata dal ronzio delle api.

Copia digitale gentilmente fornita dalla CE in cambio di una recensione onesta

Quel luogo era un piccolo angolo di Eden in terra, la mia personale arca di Noè del mondo della botanica, in cui poche persone avevano il permesso di entrare.

A Polesden Lacey la vita di Phèdre ruota attorno alla sua serra, alle piante e ai fiori che ama coltivare e curare. Orfana di madre, la giovane può contare sull’amore e del padre e della sorella, Charlotte, ma anche sull’amicizia con Noah, il figlio dell’amministratore della tenuta. Phèdre è consapevole che prima o poi dovrà convolare a nozze per ereditare la sua parte delle proprietà del padre (dato che la legge prevedeva che la successione spettasse al figlio maschio), ma non immagina l’effetto che avrà l’amore quando irromperà nella sua vita sotto le sembianze di un giovane e affasciante uomo.

Richard Hale, VIII Marchese di Northampton, si reca in visita presso la dimora di Mr. Grenville per conoscere proprio Phèdre e decidere se lei possa essere idonea per diventare la futura Marchesa. Richard non ha bisogno di ulteriori prove o verifiche, non gli importa nulla se lei possiede o no le qualità per ricoprire quel ruolo: rimane ammaliato da quella ninfa dei boschi e la vuole al suo fianco.

Non potevo saperlo, ma fu quello l’esatto momento in cui Richard decise che si sarebbe donato a me anima e corpo, per il resto della nostra vita insieme. Io e Richard eravamo due ribelli nell’animo, costretti però a seguire le regole per poterci amalgamare con il mondo. La sintonia che si era creata fra noi sin dal primo momento era un avvenimento più unico che raro, e spesso, nei mesi successivi, dopo quello che accadde, mi trovai a pensare a quanto fossimo giovani, appassionati e ingenui.

Un amore che sboccia all’improvviso e che né Richard né Phèdre sono in grado di controllare. Il matrimonio viene celebrato in fretta e il futuro dei due innamorati si prospetta roseo e ricco di tanti progetti… ma il destino ha ben altri programmi in serbo per loro.

[…] solo più avanti avrei capito quanto la mia vita, da quel momento in poi, sarebbe stata una continua lotta di contrasti, opposti, di luci e ombre, pieni e vuoti che avrebbero dato senso l’uno all’altro solo continuando ad alternarsi.

L’ombra della guerra si avvicina e il richiamo alle armi per combattere contro Napoleone non si può rifiutare, sarebbe un disonore, per cui non resta che raccogliere il proprio coraggio e affrontare l’inferno che attende lungo le linee nemiche.

È a questo punto che Phèdre impara a essere forte e a comprendere che l’amore è, tra le altre cose, anche sacrificio.

Saranno le sue amate api a insegnarle a perseverare, a lavorare con zelo e a non arrendersi. E anche quando la sorte sembra averle tolto tutto ciò per cui valga la pena lottare, saranno sempre loro a insegnarle la resilienza.

Le api sono metafora di forza e determinazione: qualità che caratterizzano la protagonista di questo romanzo. Ho apprezzato infatti i vari significati legati alla scelta dei nomi e dei luoghi, così come il dualismo che caratterizza la figura di Phèdre, una donna che cambia nel corso della storia e che si ritrova, a un certo punto, a dover fare una scelta difficile. Quale sarà, lascio a voi scoprirlo… io posso soltanto anticiparvi che i colpi di scena non mancheranno, soprattutto quando entrerà in scena Edward, l’irlandese dagli occhi di ghiaccio.

L’amore muta, evolve e cambia la sua forma.

Con questo romanzo, Giulia De Martin ha dato vita a una trama avvincente e mai banale. La scelta dello stile narrativo in prima persona crea empatia con la protagonista, ma non nego che avrei preferito i POV alternati per avere una visione completa delle vicende anche dal punto di vista maschile (questo, ovviamente, è solo un mio parere personale).

In definitiva, il mio consiglio è di mettervi comodi e di lasciarvi travolgere dall’appassionante storia di Phèdre, Richard ed Edward.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close