Segnalazione: “BIOGRAFIA DI UN VAMPIRO-LA METAMORFOSI” di Dana Porter

Nuova uscita vampiresca per Dana Porter, torna il suo Cedric nel secondo volume della trilogia “Biografia di un vampiro.”

  • • Titolo: Biografia di un Vampiro – La metamorfosi
  • • Autrice: Dana Porter
  • • Genere: urban fantasy/romanzo gotico
  • • Casa editrice: Self publishing (Amazon KDP)
  • • Collana: A vampire’s life
  • • Volume: secondo di una trilogia
  • • Pagine: 190
  • • Data pubblicazione: 30 maggio 2021
  • • Link Goodreads: Biografia di un Vampiro (La metamorfosi, #2) by Dana Porter | Goodreads
  • • Format:
  • ebook (€2,99 – disponibile con Kindle Unlimited)
  • cartaceo (€13,00 circa)

Siamo nel 1860 quando Cedric Howard, un ragazzo di appena ventun anni, si trova ad affrontare la morte della ragazza che ama più di se stesso. La perdita di Margaret Lewis lo scuote nel profondo, tanto da fargli desiderare la morte, che potrebbe anche ottenere, solo in un modo diverso da come viene comunemente intesa.
In questo nuovo capitolo di Biografia di un Vampiro, Cedric si trova ancora in compagnia di Edward Parker, gli racconta ancora la sua vita passata. Gli racconta della sua trasformazione e di quello che ha comportato, di come è passato dall’essere un ragazzo giovane e innamorato a essere uno spietato vampiro. Dal canto suo, Edward è preoccupato per il proprio avvenire, che diventa sempre più incerto man mano che i mesi scorrono.
Riuscirà Edward a mantenere la sua umanità oppure la perderà insieme alla propria vita? Come riuscirà Cedric a superare la morte di Margaret? E, cosa ancor più importante, ci svelerà il nome del suo nuovo amore o lo lascerà sepolto nel suo animo immortale per l’eternità?

Biografia autrice:

Dana Porter, appassionata lettrice sin da bambina, ha sempre trovato conforto nella scrittura. Proviene da una famiglia non semplice, ma quando tutto attorno a sé crollava, lei sapeva che il suo amico più fidato era sempre lì ad aspettarla: il libro. A dieci anni vantava già una libreria zeppa di volumi dai generi più disparati, che leggeva e rileggeva in continuazione; fuggiva dal mondo trovando conforto soltanto tra copertine colorate e pagine piene d’inchiostro. Inchiostro che lei stessa usava per riempire decine e decine di pagine di quaderni, scriveva di sé e scriveva per sé. Poi la vita l’ha portata distante, l’ha portata ad abbandonare per un po’ il mondo della letteratura, che avrebbe ripreso a frequentare molti anni più tardi, affamata come non lo era mai stata di lettura. Per puro caso, a quasi ventisette anni, si è imbattuta in un libro che le ha fatto tornare la voglia di scrivere, lo fa ancora per se stessa, ma per la prima volta decide di raccontare una storia diversa dalla propria e scopre che le piace, scopre che far vivere dei personaggi, creare i loro caratteri, dare loro voce le dà ancor più soddisfazione che leggere di personaggi creati da altri.

Contatti autrice:
Instagram: https://www.instagram.com/danaporterauthor/
Facebook: https://www.facebook.com/danaporterauthor
E-mail: danaporterauthor@gmail.com

Incipit:

Il mio cuore batteva ancora. Appena.
Un battito: vidi il viso di mia madre.
Un altro battito: la sentii accarezzare il mio viso da fanciullo,
Avvertii il suo tocco morbido e caldo.
Un altro battito: vidi i volti dei miei fratelli.
Un altro battito: sentii il sapore delle labbra calde di Margaret.
Un altro battito: l’oscurità…

Estratto in copertina:

“Come avrei potuto vivere con il pensiero di un’eternità da trascorrere senza la mia amata accanto? Come avrebbe potuto l’eternità stessa essere ancora allettante ai miei occhi?”

Estratti:

“Una singola emozione, se lasciata libera di agire sulle nostre menti immortali, può portare alla distruzione di centinaia di vite innocenti. Un alcolizzato, quando sente il bisogno di spegnere il cervello, beve; un drogato, quando sente l’esigenza di volare altrove con la mente, si droga; un vampiro tormentato uccide.”

“Siamo così diversi l’uno dall’altro… e non solo per la ragione più ovvia, per la mia immortalità, ma anche per il modo che abbiamo di vestirci, siamo diversi nell’atteggiamento, nel semplice portamento. Da una parte ci sono io, con la mia camminata fiera, la schiena dritta e lo sguardo impostato di fronte a me; con il mio fisico ben scolpito, avvolto dai jeans chiari e dalla semplice maglietta nera; con i miei lunghi capelli ramati legati in una coda. E dall’altra parte c’è lui: più basso di me, che cammina al mio fianco con le spalle ricurve in avanti e lo sguardo puntato a terra, a guardarsi i piedi, come se temesse di inciampare da un momento all’altro. Lui, con il suo fisico mingherlino e minuto. Lui, con i suoi pantaloni scuri e la camicia azzurra. Siamo diversi come il giorno lo è dalla notte.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close