Recensione: “SHAME” di Valentina Piazza

Shame di Valentina Piazza è l’ultima e entusiasmante lettura di Stefy Sciama. Vi consiglio di leggerla!

  • Autore: Valentina Piazza.
  • Titolo: Shame.
  • Genere: Romance contemporaneo con sfumature hot.
  • Autoconclusivo.
  • Uscita a prezzo lancio a 0.99€, dopo tre giorni 1,99€.

Trama 

𝓒’𝓮𝓻𝓪 𝓾𝓷𝓪 𝓿𝓸𝓵𝓽𝓪 𝓾𝓷𝓪 𝓹𝓻𝓲𝓷𝓬𝓲𝓹𝓮𝓼𝓼𝓪 𝓬𝓱𝓮 𝓼’𝓲𝓷𝓷𝓪𝓶𝓸𝓻𝓸̀ 𝓭𝓲 𝓾𝓷 𝓫𝓻𝓲𝓰𝓪𝓷𝓽𝓮.

Alice Rosewood ha tutto ed è soprannominata la Principessa di Las Vegas. Erede di un impero, è ricca e avvenente, ma vive in una gabbia dorata sotto il controllo del padre, Vince.

Kane West non ha niente.

Ex-detenuto, cresciuto per strada, lavora alle dipendenze di Mr Rosewood, come addetto allo sfascio.

Due anime opposte le loro, che si legano al punto da stipulare un patto indecente, sfidandosi in un gioco d’azzardo e di passione nel quale, in palio, ci sono i loro cuori.

New York, cinque anni dopo.

Kane West ha cambiato il suo destino e ora ha tutto quello che potrebbe desiderare, tranne Alice.

Da Las Vegas a New York, città in cui si rivedono dopo un periodo di separazione, Kane e Alice si amano, si odiano ma, soprattutto, si ritrovano. Tra segreti e graffi sulla pelle, baci, liti e rari momenti di pace, Kane dovrà aprire il suo cuore ad Alice, rivelando segreti forse troppo oscuri per essere accettati.

Comincio subito dicendo che la lettura di questo romance mi è piaciuta moltissimo.

Il titolo e la cover mostrano un personaggio maschile sicuramente non angelico, dunque ero piuttosto sicura che la storia sarebbe stata oscura. In realtà non è andata esattamente così.

Certamente, il 36enne Kane West, ex detenuto e operaio tormentato presso la discarica Rosewood di Las Vegas, ha un lato peccaminoso. Così come la 23enne Alice Rosewood, figlia del capo di Kane, cresciuta nell’agio e in una sorta di campana di vetro, ha le sembianze di una principessina. Ed è proprio così che comincia la storia. Ma come in tutte le storie belle, non statiche, c’è un “però”. Kane non è solo un Brigante, così come Alice non è solo una Principessa.

All’inizio del romanzo Kane West appare come un uomo arido, senza cuore: piegato da un’infanzia dura e priva di affetto, convinto di non meritare la felicità, accompagnato da un manto di vergogna – appunto shame – vive la sua vita passando da un letto a un altro, senza impegni e sicuro di non riuscire ad amare.

Alice Rosewood, invece, sembra la classica ricca viziata figlia di papà, bellissima e ribelle al punto giusto.

I due si conoscono per caso e Alice, in maniera sfacciata, propone a Kane un accordo che cambierà le loro vite: non voglio spoilerarvi, posso solo dirvi che non è un patto commerciale e che Kane resta piuttosto perplesso.

I due finiscono per approfondire la loro conoscenza e, man mano, emergono lati del loro carattere fino a quel momento nascosti: Kane non ha un cuore affatto arido, è capace di provare dei sentimenti e li mostra – profondi – verso il vecchio collega Thomas, una sorta di surrogato di figura paterna. Alice vive sì in una campana di vetro, ma la sua ricca vita non è affatto inebriante e appagante come potrebbe sembrare, anzi. Come si dice, “non è tutto oro quello che luccica” e Alice, profondamente infelice e insoddisfatta, lo sa bene: la sua campana ha le sbarre di ferro, mentre lei sogna una vita normale, come tutte le ragazze della sua età, e di potersi realizzare in ciò che più le piace.

Non solo. Kane è anche un artista. Recupera pezzi di ferro inutilizzato alla discarica dove lavora e si diverte a plasmarlo, creando delle bellissime statue.

Alice e Kane si completano: la presenza di lei addolcisce la vita di lui, lo rende più pronto ad aprirsi a sentimenti fino a quel momento sconosciuti e ritenuti persino pericolosi. Allo stesso tempo Kane rende Alice più forte, più donna, più capace di tener testa al padre e combattere per la sua libertà.

Si completano così tanto che a un certo punto le loro vite si capovolgeranno e…

Vi lascio volutamente in sospeso, non vado oltre con la trama, dovranno succedere ancora molte cose e preferisco che le scopriate leggendo voi stessi, senza che io vi rovini la sorpresa.

Come dicevo all’inizio, la storia potrebbe sembrare peccaminosa, col Brigante che tenta di sedurre la Principessa. Invece a me ha lasciato principalmente tanta dolcezza. Sia chiaro, il romanzo è intriso di passione e scene hot e Kane non è sicuramente l’”eroe” per antonomasia. Però insieme alla passione e alla rudezza di Kane, mi è arrivata forte e chiara anche la sua emotività, la sua sofferenza e il suo bisogno di riscatto.

“In lui il buio coesisteva con la luce, in quel dualismo in equilibrio che, da sempre, vive nel cuore umano”

Per contro, di Alice, assieme alle sue doti più evidenti – la sensibilità e la generosità – ho apprezzato la forza d’animo, l’orgoglio e la caparbietà che dimostra sia nei confronti di Kane che verso il padre padrone, che di fatto la tiene prigioniera.

Le scene di sesso a cui accennavo prima non sono poche, sono molto esplicite e mai fuori luogo: si adattano perfettamente al mood della storia e dei personaggi.

Il punto di forza di questo romanzo è la crescita emotiva dei due protagonisti che a un certo punto invertono le loro vite per poi ritrovarle, come in un cerchio.

Lo stile è perfetto, pulito ed elegante e i capitoli piuttosto brevi fanno sì che la storia scorra fluida e senza intoppi. È una di quelle letture che non vorresti mai che finisse.

«Ho bisogno di te» mormorò Kane, sentendo quelle parole fin dentro il midollo. Lui, proprio lui, che non si era mai appoggiato a nessuno, finalmente riusciva ad ammettere di essere umano, proprio come tutti gli altri. Lei l’avrebbe ascoltato? La guardò.

Concludo dicendo che consiglio “Shame” a chiunque sia in cerca di una bellissima storia d’amore appassionante, sorprendente e raccontata in maniera avvincente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close