Recensione: “VIENI VIA CON ME” di Francesca Redolfi – ed. More Stories

Emma Altieri ha letto, per A libro aperto, VIENI VIA CON ME di Francesca Redolfi, ed. More Stories.

  • Titolo: Vieni via con me
  • Autore: Francesca Redolfi
  • Editore: More Stories
  • Genere: Romance contemporaneo

Sinossi

Cloe ha un solo obiettivo nella vita: finire l’università e diventare, un giorno, un’insegnante. Finché non accade l’imprevisto. Sua madre viene licenziata e lei, costretta dalle circostanze, si trova a dover lavorare come cameriera. Così, in un freddo giorno di primavera, s’imbatte nell’insegna del Dandelion, un ristorante di prestigio collocato in un’antica villa appena fuori città. Con l’aiuto di Enzo, il proprietario del Dandelion, Cloe impara a fare la cameriera e ad amare questo mestiere. E forse anche quell’enigmatico capo con gli occhi scuri. Ma con il passare dei giorni, tra delizie di canapè e creme ganache, cioccolato grezzo e stelle di carambole, e accompagnata dall’aroma fruttato, speziato e legnoso di vini e liquori pregiati, Cloe si rende conto che dietro quella villa del Settecento si celano fitti misteri. Cosa ci sarà mai nella vecchia cantina, dove Enzo le impedisce tassativamente di andare? E cosa si nasconde dietro la forte rivalità tra il Dandelion e il suo principale concorrente, il Solari? Per scoprirlo, Cloe dovrà scavare tra taciuti segreti di famiglia. E capire anche che a volte la cucina assomiglia all’amore, più di quanto non si creda

Chloe è una ragazza come tante. Studia all’università e il suo sogno è diventare insegnante. Ama profondamente la letteratura straniera e divide le sue giornate fra studio e uscite con gli amici dell’Università, fino al giorno in cui sua madre perde il lavoro. Si rende necessario quindi per lei trovare un impiego e viene assunta al “Boing” come cameriera. Dopo una settimana, però, viene licenziata a seguito dell’ennesimo battibecco con il cuoco e per via della sua sbadataggine. In preda allo sconforto vaga per la città, cosciente del fatto che non può tornare a casa senza più uno stipendio. Sua madre è entrata in un tunnel di depressione dal quale sembra proprio non voler uscire. Pur avendo mandato tantissimi curriculum, non ha ancora trovato nulla, avendo fatto solo l’operaia per tutta la sua vita.

Arrivata davanti a un ponticello, Chloe, decide di percorrerlo e, dall’altra parte trova il “Dardelion”. Incuriosita dal nome e dal fatto che non si capisca se è un villa d’epoca o un ristorante, entra e chiede un posto come cameriera. Quando i suoi occhi incontrano quelli di Enzo, il proprietario, capisce di aver fatto la scelta giusta. In realtà, però, il “Dardelion” nasconde un grande mistero e scoprirlo porterà alla luce sofferenza e dolore. Riuscirà Chloe ad affrontare tutto questo e a non venirne sopraffatta? Lo scoprirete solo leggendo!

“Lui tace. E quando parla, è il ruscellare dell’acqua in un bosco. È un violino in una stanza di specchi. È la pioggia d’autunno quando cade lieve.”

Copia digitale gentilmente fornita dalla CE in cambio di una recensione onesta

Quando ho scelto di leggere questo romanzo sono stata intrigata fin da subito dalla trama. Mi piace il mistero tessuto fra le trame di un buon romanzo. Posso affermare ora, alla fine della lettura, che sono rimasta piacevolmente colpita.

Non si tratta di un semplice romanzo d’amore, non è un semplice romanzo del mistero e non si tratta nemmeno di un romanzo che parla di ricette e cucina. Questa storia è l’insieme di tante cose, intrecciate fra loro, che hanno il potere di tenere legato il lettore fino all’ultima pagina, per sapere come andrà a finire.

«Tu ti senti sola, Cloe?»
Mi esce un sorriso. «Adesso no. E tu?»
«Adesso no.»

Quando ho iniziato la storia sono rimasta colpita da Chloe perché è un personaggio semplice. Una ragazza come tante che, per aiutare in casa, data l’improvvisa situazione creatasi, si rimbocca le maniche e cerca di rendersi utile. In contrapposizione ci sono i personaggi di sua sorella minore che, come tanti, non si rende conto di nulla intorno a lei e ha le priorità focalizzate su amici e divertimento e di suo padre che cerca di aiutare la moglie e reagire, ma nei modi sbagliati.

Direi che possiamo affermare di trovarci davanti a una famiglia semplice, come ne esistono tante nella realtà, che affronta i problemi di tutti i giorni: il mutuo, le bollette da pagare, i figli da mantenere agli studi.

Trovo quindi il personaggio di Chloe molto realistico e non stereotipato come tante protagonisti dei romanzi odierni.

«Vieni con me» dice lui, dopo un istante. «Vieni via con me. Su quell’isola.»
Vieni via con me.
«E dove andiamo?» chiedo, sottovoce. Anche se ovunque, ovunque andrei con lui.
Enzo esita un istante.
«Ancora non lo so» S’interrompe. «Ma so che ci voglio andare solo se tu verrai con me.»

Ci sono descrizioni dei piatti che vengono serviti al ristorante che vi lasceranno con l’acquolina in bocca e poi c’è il mistero.

Non voglio entrare troppo nel merito per non togliervi la sorpresa e soprattutto per non rovinare la suspence creata dalla storia.

Sicuramente è un romanzo che sorprende. Inizia come una storia qualsiasi, poi, pagina dopo pagina, si infittisce fino a diventare un connubio di tanti fattori che portano il lettore a voler sapere sempre di più.

La scrittura è scorrevole e mai pesante, sebbene i temi trattati a volte possano rallentare la lettura. L’autrice è stata davvero molto brava a rendere tutto molto fluido nella sequenza degli eventi.

Sicuramente un romanzo da leggere, un lettura consigliata a chi cerca qualcosa di diverso in mezzo a tanti romanzi tutti uguali.

Quattro libricini e mezzo per il mistero che avvolge il “Dardelion”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close