Recensione: “RICORDATI DI ME” di Beatrice Villa – ed. Triskell Edizioni

Ho dovuto metabolizzarla e ho cercato per giorni le parole giuste per rendere giustizia a questa storia. RICORDATI DI ME è davvero indimenticabile per la sua delicatezza e Beatrice Villa è una giovane autrice che va davvero tenuta d’occhio! Grazie a Triskell Edizioni 🤎

  • COLLANA: RAINBOW
  • Titolo: Ricordati di me
  • Autrice: Beatrice Villa
  • Genere: Contemporaneo
  • Lunghezza: 196 pagine
  • ISBN ebook: 978-88-9312-964-0
  • ISBN cartaceo: 978-88-9312-966-4

Trama

Justin e Maika sono solo dei bambini quando si incontrano per la prima volta, in un soleggiato pomeriggio estivo. Justin salva Maika dopo che il ragazzino si era gettato in mare senza nemmeno saper nuotare, e tra di loro nasce una solida amicizia che dura per tutta l’estate.

Si scambiano la promessa di rivedersi ancora l’anno successivo, che non verrà però mai mantenuta a causa di un incidente nel quale i genitori di Justin perdono la vita. Sballottato tra l’orfanotrofio e varie famiglie che alla fine lo rifiutano, Justin alla fine viene adottato da un politico, che si rivela un uomo potente ma anche meschino, e lo getta ancora di più nell’oscurità.

Nulla sembra dargli pace, fino a quando non rincontra Maika, quel ragazzino che aveva cercato di dimenticare e che sembra intenzionato a non lasciarlo in pace. Lo segue dappertutto; è disperato, vuole aiutarlo.

I due si avvicinano di nuovo e, alla fine, non riescono più a fare a meno l’uno dell’altro, ma come cambieranno le loro vite quando la loro amicizia si trasformerà in un sentimento più profondo.

Avvertenza: riferimento a violenza su minore

Copia digitale gentilmente fornita dalla CE, in cambio di una recensione onesta

Solitamente mi faccio guidare dall’istinto, mi basta osservare una cover e mi lascio trascinare; stavolta lo sguardo mi è scivolato sulla trama e, be’, non potevo lasciarmi sfuggire questo romanzo. Seguitemi e capirete immediatamente il perché.

Quando finalmente i nostri corpi toccarono la sabbia mi lasciai cadere al suolo stremato, il braccio ancora intorno alla vita. Mi girai. Sembravi morto. Avvicinai la bocca al tuo naso. Non respiravi. In preda al panico cercai di ricordare che cosa avrei dovuto fare in una situazione del genere. […] Istintivamente, iniziai a massaggiarti il petto. Poi chiusi gli occhi e avvicinai la mia bocca alla tua e ci buttai dentro tutto il fiato che avevo ancora. Quando riapristi gli occhi vidi due splendide pozze di acquamarina restituirmi lo sguardo. Ne fui catturato. La loro bellezza era abbagliante, più luccicante di due diamanti. Più pura dell’acqua di un ruscello di montagna.

Due ragazzini, uno che si getta in acqua per salvare l’altro che come uno sprovveduto vi si è avventurato senza saper nuotare. Un momento che segnerà per entrambi l’estate più bella della loro vita… diventata poi un incubo per uno dei due. Justin, difatti, al rientro a casa, avrà un incidente stradale in cui perderà i suoi genitori. Per lui è la fine: solo, senza l’affetto dei genitori che adora, e costretto a infrangere la promessa fatta al nuovo amico di rivedersi l’anno successivo. Justin verrà condotto in uno orfanotrofio, ma un bambino “problematico” – e soprattutto “grande” – troverà difficoltà ad accasarsi, invece… Se aveva pensato che la vita fosse finita il giorno della morte dei suoi, è perché non aveva ancora conosciuto il padre adottivo e la sua perfidia. Il potere di costui, la fama e la ricchezza permettono a Justin di frequentare una buona scuola ma non gli vieta di inserirsi in giri poco puliti… ma a tutto c’è una spiegazione.

Un giorno, però, il passato gli piomba addosso, portando ancora altro dolore.

«Piacere. Sono Maika.» Maika. Sento la voragine sotto di me allargarsi sempre di più, inghiottirmi nel nero corvino dei suoi artigli. La mia testa si presenta in un caledoscopio di memorie perdute. Ricordi sconnessi, sprazzi di luci e flash che pensavo non mi appartenessero più. Maika. Quanto tutto era normale, perfetto. Maika.

Si sono incontrati che erano dei bambini e dopo cinque anni sentono che quel legame non si è mai spezzato; un legame che allora è stato necessario a curare l’anima ferita di Maika, costretto a dover sopportare una donna che non sarebbe mai riuscito ad amare. Maika, con il suo ritorno, riuscirà a restituire il favore? Sarà capace di donare a Justin la serenità perduta?

Se avete un po’ seguito le mie recensioni, spesso ho ripetuto il concetto che non lascio che le trame mi influenzino il giudizio e mi soffermo solo sulla cover, poi guardo il genere; mi avvicino alla lettura, quindi, a scatola chiusa. La copertina di “Ricordati di me” non mi ha riportato alla memoria qualcuno in particolare, ma forse rende proprio l’immagine che vorrei di me: viso pulito, lineamenti delicati e il pixie cut che ha sempre riempito i miei album fotografici. Ecco perché sono andata a leggere la trama, e ho visto che uno dei due protagonisti porta il mio nome: Maika. Ho prenotato il cartaceo (ancora a scatola chiusa) per averlo sempre con me e mi sono decisa a leggerlo. Quindi vi chiederete se mi ha soddisfatto, e vi rispondo assolutamente SÌ!

Aprite il kindle o sfogliate la prima pagina e verrete catturati come per magia dalla prosa poetica di Beatrice Villa. Non sarà una semplice storia d’amore ma un vero viaggio introspettivo per entrambi i protagonisti dove, grazie ai POV alternati, Justin e Maika si presenteranno attraverso gioie, smarrimenti, paure e… amore. Se vi piace chiamatelo anche romanzo di formazione perché accompagnerete i due personaggi nelle varie fasi di tutta la vita. L’unico amaro in bocca è che il romanzo ha una durata naturale che il lettore non riesce ad accettare… è ironico ciò che dico, ma vero, perché Justin e Maika vi rimarranno a tempo indefinito nel cuore.

Sapete, a tratti sarà difficile digerire la perfidia dell’uomo, che è sempre esistita, ma che forse oggi, grazie ai media, arriva alle orecchie e agli occhi di chiunque. Justin dovrà affrontare ancora una dura prova, Maika farà parte del suo successo fin quando non temerà di dover perdere tutto ciò che ha conquistato… Una storia commovente, dove l’amore riuscirà a far muovere i passi di due ragazzini fino a trasformarli in uomini adulti e consapevoli di un sentimento che durerà in eterno.

Complimenti all’autrice per lo stile, il linguaggio e il tatto usati in determinati argomenti. Beatrice Villa è un’autrice giovanissima con un promettente futuro!

Non dimenticate: “RICORDATI DI ME”… e buonissima lettura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close