Golem Edizioni: dal 17 giugno in libreria e negli store online

LE DONNE SEGRETE di Rosa Bochicchio

Estratto dal testo

Per molti anni, l’identità che ho adottato per sfuggire alla continua violenza di un uomo è stata quella di diventare muro e di chiudermi completamente al piacere: sono diventata maestra nel trasformare ogni rapporto, inclusa la penetrazione, e l’appagamento di ogni piacere in un incubo. Naturalmente usare il proprio corpo come strategia di resistenza ha i suoi effetti collaterali: ho vissuto un’esperienza unica di dolore, ho provato una solitudine triste e muta, ho reso sgradevole l’approccio alla parte del corpo descritta da tutti come di piacere infinito. Molti anni dopo ho deciso di intraprendere a ritroso la strada del giglio e di considerare risorsa e non una maledizione l’esperienza che mi era capitata.

La trama di Donne segrete

Il lavoro di Rosa Bochicchio viene in aiuto facendo comprendere alla lettrice (ma anche al lettore) il senso dell’importanza della conoscenza del corpo inteso come strumento di relazione con l’altro. L’autrice ripercorre in modo chiaro ed esaustivo le strette correlazioni tra corpo e psiche e offre un ventaglio di soluzioni a problemi che diventano tali più per la percezione di chi li vive che non per la reale portata o difficoltà della soluzione. Poter condividere le proprie ansie e le proprie angosce rappresenta un primo passo significativo verso il superamento delle stesse, così come il rendersi conto che anche quando sono presenti delle reali difficoltà fisiche, o psicologiche, queste possono essere affrontate e superate grazie all’aiuto di uno specialista. Questo libro aiuta le donne che vivono con difficoltà la loro sessuali, o rischiano di non viverla affatto, a sentirsi meno sole e a sapere che c’è sempre una porta da aprire dove trovare aiuto e conforto, perché, proprio per l’importanza che ha la relazione sessuale nella vita di ciascuno è fondamentale essere e sentirsi “soggetto sessuale” e non “oggetto sessuale”.

Chi è Rosa Bochicchio

Rosa Bochicchio è nata in piccolissimo paese, Stagliuozzo-Castello di Lagopesole (lo stesso paese di Fedez), in Basilicata. Trasferitasi a Bari, ha completato gli studi in Ostetricia presso la locale Università degli Studi. Dopo aver lavorato come ostetrica presso un gruppo di cliniche private in Bari, ha ripreso gli studi specializzandosi in disfunzioni del pavimento pelvico. Nel 2007 ha terminato gli studi presso la Scuola Superiore di Sessuologia Clinica di Torino, diventando Consulente in Sessuologia. Ha frequentato la scuola di Sessoanalisi e ha tenuto relazioni a convegni nazionali ed internazionali. Nel 2013 si è trasferita a Torino, dove svolge la libera professione. Nel marzo 2018 ha ideato e registrato il metodo Tesipra®. Ha anche dato vita all’associazione Donne & Vaginismo che si prefigge la divulgazione e lo sdoganamento delle problematiche sessuali femminili.

Il libro

Titolo: Le donne segrete
Autrice: Rosa Bochicchio
Genere: saggio
Collana: Uomo
Pagine: 112
Prezzo: € 16,00


I PROBLEMI DELLA SIGNORA PICH di Gianna Baltaro

Estratto dal testo

– Non riesco a svegliarlo, – disse affacciandosi alla soglia. La voce era turbata, il viso pallido. – Vuole che venga a vedere anch’io? – propose l’impiegata alzandosi dalla scrivania. – Sì, venga. Se davvero non si sente bene, bisognerà decidere il da farsi. La donna dimostrò maggiore decisione. Si avvicinò alla scrivania, guardò il direttore, quindi, con delicatezza gli sollevò il capo. Le bastò uno sguardo per capire che l’uomo non stava dormendo. – Mi dispiace, – disse esitante, – ma il dottor Vendramelli è morto. Dal ragioniere venne soltanto un debole sussurro. – È proprio certa? – chiese. – Come ha fatto a capirlo? – Non si muove, è freddo, non respira. L’altro rimase immobile, inorridito. – E adesso, cosa facciamo?

La trama de I problemi della signora Pich

Un omicidio viene commesso negli uffici della Fondazione Speranza, di cui la signora Pich è Presidentessa. La polizia indaga e il commissario Martini viene chiamato direttamente in causa da un misterioso biglietto.

Chi è Gianna Baltaro

Gianna Baltaro è nata a Torino nel 1926. Prima giornalista, poi scrittrice, ha incentrato tutta la sua produzione letteraria intorno alla figura del personaggio Andrea Martini, un ex-commissario di polizia che viene coinvolto, come consulente, in indagini che richiedano acume e intelligenza. Per lo stile di scrittura, le atmosfere delle ambientazioni e le caratteristiche del suo personaggio, l’autrice è stata accostata e paragonata ad Agatha Christie e a Georges Simenon. In occasione dei 90 anni dalla sua nascita, presso Golem Edizioni sono in corso di stampa tutte le sue opere.

Il libro

Titolo: I problemi della signora Pich
Autrice: Gianna Baltaro
Genere: giallo
Collana: Swing
Pagine: 224
Prezzo: € 15,00


AMORE CONTRARIO di Luisio Luciano Badolisani

“Amore contrario”, il romanzo nato dalla penna di Badolisani, che racconta la voglia di amare e la paura di essere amati

Quella di Amore contrario è una trama ricca di sorprese e colpi di scena, in grado di tenere il lettore incollato dalla prima all’ultima pagina. L’uscita in tutte le librerie italiane è fissata per il 17 giugno 2021.

Perché il titolo “Amore contrario”? «Posso dire che il titolo è stato l’elemento scatenante, quello da cui partire e da riempire di contenuti» svela l’autore. «Amore contrario è una definizione che mi piace, che trovo adatta a chi ama molto e allo stesso tempo fa di tutto per non farsi amare. Secondo il protagonista, per sottrarsi a ogni patimento, bisogna amare evitando di farsi amare, in modo da non nuocere all’altro. Un amore al contrario, appunto.»

Nel romanzo le donne svolgono un ruolo centrale, da quelle che Ernesto ha amato a quelle che lo hanno aiutato, come la sua insegnante al liceo, ma soprattutto Silvia, la sorella di Ernesto. «Ernesto e Silvia non hanno avuto un’infanzia facile, poiché caratterizzata dalla violenza domestica e dai problemi psicologici di Silvia, considerata quindi “diversa”, specie per le convinzioni sociali dell’epoca.»  

Amore contrario offre diversi spunti di riflessione su più temi: da un lato la scelta di non farsi amare per non soffrire, che conduce inevitabilmente alla solitudine. Dall’altro, le difficoltà familiari e la violenza e infine la diversità, che spaventa e induce le persone a isolarsi e isolare.

«Normalmente, chi ama molto tende a voler essere ricambiato: si ama cercando amore. Così ho pensato di raccontare la negazione di un legame affettivo, vista come la soluzione a un problema, perché se le peggiori sofferenze si subiscono in famiglia, luogo che dovrebbe essere di protezione e di amore, allora meglio evitare relazioni che possano provocare nuovamente tanto dolore.»

Estratto dal testo

Come potevo definire la mia vita? Un tracciato piatto: non c’era nulla che valesse la pena di essere raccontato. Ero uno qualunque che il mondo non avrebbe rimpianto. Si può vivere anche così, senza lasciare traccia del proprio passaggio. Mi sembrava strano che qualcuno quel giorno bussasse alla mia porta.

La trama di Amore contrario

È il 15 agosto quando, alla porta di Ernesto, solitario insegnante in pensione, bussano delle donne misteriose, ma egli, spossato dal caldo estivo, invece di aprire preferisce riposare e seguire il corso dei suoi pensieri, che lo riportano a episodi e persone del proprio passato: gli amori tormentati, i genitori, l’adorata sorella Silvia. La vita affettiva del protagonista sembra essere inesorabilmente compromessa: come ogni uomo, pur essendo desideroso di amare, risulta incapace di accogliere questo sentimento dalle sue donne, rifuggendo dai legami stabili per non soffrire o far soffrire, perché certe ferite non si rimarginano mai.

Chi è Luisio Luciano Badolisani

Luisio Luciano Badolisani, formatosi a Torino alla fine degli anni Settanta, è nato artisticamente come autore e interprete teatrale. Ricordi sincronizzati e Ultimo atto sono alcuni dei suoi monologhi più significativi di quegli anni. Nello stesso periodo è stato interprete di alcuni videotape underground, diventati dei veri cult-movie degli anni Ottanta, come il Super 8 Barboni a vent’anni. In televisione ha preso parte allo sceneggiato Passioni, girato sulle colline torinesi, trasmesso da Rai Uno. Ha svolto l’attività di critico teatrale per la rivista Sipario; per diversi anni è stato il responsabile dell’ufficio stampa di Assemblea Teatro – teatro stabile di innovazione – per la quale, tra l’altro, ha recitato negli spettacoli E il matto illuminò la notte e Pazze regine. Ha lavorato nel film Tornare indietro, trasmesso recentemente dalla Rai, nel film Terrarossa e nella soap opera televisiva Vivere trasmessa su Canale 5. Ha pubblicato: Il mare oscuro della verità, Linea Edizioni, 2019 – Goccia, libro per ragazzi – Edizioni Tripla E., 2019; Note d’acqua – Umberto Soletti Editore, 2017; Torino uccide 1 e 2 – Yume Book, 2015 e 2016 – Il silenzio dei rimorsi – Baima – Ronchetti, 2014; Una rosa a dicembre – Fògola, 2012; Giochi senza parole, poesie e disegni – 2010. Per avere maggiori informazioni sull’autore: https://badolisani.blogspot.com/p/luisio-luciano-badolisani.html

Il libro

Titolo: Amore contrario
Autore: Luisio Luciano Badolisani
Genere: narrativa
Collana: Mondo
Pagine: 160
Prezzo: € 14,00In libreria e negli store online dal 17 giugno 2021


UN GIGANTE CON LA TOGA di Massimo Tallone e Maria Grazia Chirone

La trama di Un gigante con la toga

Il senso di questa biografia è quello di mostrare, fin dove è possibile, l’aspetto meno spettacolare, ma non per questo meno eccezionale dell’uomo Pier Giacomo Guglielminetti.

Gli autori

Massimo Tallone è uno scrittore e saggista torinese. Con Golem Edizioni ha pubblicato “A bottega dal maestro di cazzeggio” (2015), “Le vite anteriori” (2016) e “Parole, non fatti” (2020). Ha pubblicato inoltre con UTET, Fratelli Frilli Editori, Edizioni e/o, Edizioni del Capricorno e Buendia Books. Dal 2011 collabora con il quotidiano La Repubblica, per il quale scrive articoli e racconti seriali. È socio fondatore di Torinoir e direttore artistico della scuola di comunicazione e scrittura Facciamo La Lingua.

Maria Grazia Chirone è stata per quarant’anni docente di arte nelle scuole di Torino, ora pittrice. Ha frequentato la facoltà di Lettere con indirizzo artistico e l’Accademia di Torino. Ha esposto in Italia e all’estero, con opere legate alla pittura classica e alla storia dell’arte.

Il libro

Titolo: Un gigante con la toga
Autori: Massimo Tallone e Maria Grazia Chirone
Genere: Biografia
Collana: Ritratti
Pagine: 128
Prezzo: € 15,00

Golem Edizioni

Golem Edizioni è una casa editrice di Torino. Fondata nel 2013 da Giancarlo Caselli, grazie alla sua dedizione e passione, raggruppa autori e libri di vari generi, con predilezione per i saggi, i thriller e i gialli. I libri del catalogo sono presenti in tutte le librerie e negli store online.

Per maggiori informazioni

Golem Edizioni
– Via Guastalla 10/d, 10124, Torino – info@golemedizioni.netwww.golemedizioni.it
Ufficio stampa – Barbara Graneris – ufficio.stampa@golemedizioni.net – 340.81.32.136

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close