Recensione:”ESTASI ETERNA” Sarànd Altancia (Ode edizioni)

Una raccolta di tre racconti decisamente calienti che spaziano da un genere all’altro, un risultato davvero particolare e inaspettato. Se siete curiosi, vi svelo qualcosa in più.

  • Titolo: Estasi eterna
  • Autore: Saránd Altancia
  • Editore: ode edizioni
  • Genere: racconti erotici
  • Pov: 1 persona
  • Prezzo ebook: € 2.99
  • Prezzo cartaceo: € 12.99
  • Data pubblicazione: 16 giugno
  • Pagine: 130
  • Serie: no
  • Autoconclusivo: sì


Sinossi: Cassie ha avuto il coraggio di negarsi a chi non avrebbe mai accettato un rifiuto, pagandone il prezzo.
Laerthia ha fatto suo il motto che “sia meglio essere temuti piuttosto che amati”, incurante della solitudine infinita alla quale l’avrebbe portata.
Denise ha sempre saputo che sarebbe arrivata dove nessuno, uomo o donna, sarebbe mai riuscito.
Tre donne.
Tre storie.
Tre viaggi erotici diversi.

Ogni libro è un viaggio, ognuno a modo suo a prescindere dalla storia. Sarànd Altancia ha sperimentato, giocato, con sagacia un genere che solitamente associamo solo al romance. Mi riferisco ai vari aspetti dell’eros, anche se definire erotiche queste tre storie è assai riduttivo.

Quel che l’autrice ha creato è la ricerca profonda dell’estasi, non solo fisica ma anche spirituale; ecco perché ho sottolineato che il suo è stato un gioco, un esperimento che ha unito il piacere dei sensi a dei generi inusuali.

Parlo di mitologia epica, horror/paranormale e infine fantascienza. Il risultato è difficile da classificare come semplice narrativa erotica, ma assolutamente particolare e magnetica; i racconti si divorano e lasciano dei residui addosso, quasi fosse un viaggio extracorporeo. Non hanno un vero proprio finale, va sottolineato e le donne rappresentano un pilastro in ognuno. Ma vediamoli uno per uno, in breve.

Il primo ci conduce a Troia, la città che i greci hanno distrutto durante la guerra narrata da Omero nell’Iliade, quella iniziata a causa del rapimento della bellissima Elena da parte di Paride. Protagonista non è però la regina di Sparta bensì la sacerdotessa Cassandra, maledetta da Apollo per averlo rifiutato e condannata a non essere creduta per le sue profezie, che si avverano sempre. Ed è proprio lei a vedere per prima la fine della sua amata patria, oltre a tutti i passaggi che si sono susseguiti: vi ricordate il cavallo, no? Cassandra, oltre ai suoi doveri di sacerdotessa, assiste ai rituali imposti dalla sua religione e ricerca l’estasi del corpo e nella mente insieme a un uomo, un nemico, prima che tutto sia troppo tardi. Questo racconto termina con una scena inaspettata, un salto nel futuro che lascia spiazzati. Dei tre è il più delicato ed estatico.

Nel secondo cambiamo il sesso del protagonista, troviamo infatti un uomo attorniato dal successo alle prese con un incarico scomodo. Davide è un tipo che ostenta sicurezza, sulle sue abilità lavorative nell’impero immobiliare non è molto modesto. Quando però deve tornare al suo paese d’origine per svolgere un incarico fastidioso, tutte le sue fragilità gli bussano alla porta, lo attaccano. Ricordi di quando era un bambino timido e insicuro lo rendono di nuovo una preda facile. Davide è là per convincere una vecchia signora, sua conoscenza, a vendere il terreno dov’è situata la sua casa. Ad accoglierlo è Laerthia, una donna che rassomiglia alla proprietaria ma affascinante e di età indefinita; una figura che ho trovato genialmente inquietante ma che travolge il povero Davide in un’ondata di lussuria e insieme di paura. Una storia dalle sfaccettature paranormali e anche da brivido, anch’essa con finale a sorpresa e certamente d’impatto.

Nell’ultima tappa seguiamo Denise in un nuovo pianeta da colonizzare. Non solo un’esploratrice spaziale ma una vera e propria Eva del futuro, il cui compito è appunto quello di procreare assieme a tre uomini scelti appositamente per la missione. Unico problema è un guasto dell’astronave, circostanza tipica dei film di fantascienza che divoro come noccioline, e la morte dei tre Adamo. Denise si trova dunque sola, a parte la presenza invadente di un computer, ad affrontare l’ignoto in un mondo sconosciuto e forse abitato da nativi antropomorfi. Basta però uno di questi sconosciuti a regalarle attimi di pura lussuria che neanche i terrestri sembrano capaci di far provare. Sembra infatti che per Denise la sua avventura erotica non sia affatto conclusa, ma pure questo racconto riserva il suo colpo di scena. Questa, secondo me, è la storia più spinta nel linguaggio e basa ogni cosa sul sesso. Fantascienza ed erotismo? Perché no, abbiamo la dimostrazione che si possono combinare.

Le storie mi hanno di certo sorpresa, mi è piaciuto molto lo stile dell’autrice; è elegante, scorrevole e maturo. Apprezzo questo suo mettersi alla prova e combinare i diversi elementi, secondo me ci è riuscita al meglio.

Biografia: Spagnola di nascita (Algeciras, Andalucía), ma ormai italiana di adozione per aver vissuto più di metà della sua vita nel Bel Paese, Saránd Altancia ha lavorato sempre a contatto coi libri, vero amore della sua vita. Dopo la raccolta di racconti Sette petali di piacere (Narcissus, 2014, Eros Cultura, 2018) Estasi Eterna è il suo secondo libro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close