Recensione: “L’OSCURITÀ DELLA LUCE” di Stacey Marie Brown – ed. Hope Edizioni

L’OSCURITÀ DELLA LUCE di Stacey Marie Brown è il primo volume della serie Paranormal Romance “Darkness”, ed. Hope Edizioni. A parlarcene la nostra Ilaria Mossa.

Titolo: L’oscurità della luce
Autore: Stacey Marie Brown
Serie: Darkness #1
Genere: Paranormal Romance NA/YA
Data di uscita: 15 giugno 2021
Traduzione: Cristina Rombi
Cover: Catnip Design

Trama

Ember Brycin ha sempre saputo di essere diversa, tuttavia, dopo il brutale assassinio della madre, inizia a vedere cose che non dovrebbero esistere e inizia a credere di essere a un passo dalla follia.
Accusata di aver provocato un incendio a scuola, viene mandata in un istituto per giovani in difficoltà, dove incontra Eli Dragen, un cattivo ragazzo da cui si sente subito attratta.
Poco alla volta, i due creano un legame passionale, pericoloso e pieno di segreti che arriveranno a sconvolgere ancora di più la vita di Ember, conducendola su una strada inimmaginabile.
Ember scopre non solo di essere una pedina fondamentale nella guerra fra i Fae, ma anche un altro mondo dove luce e oscurità si fondono, nel quale nulla è ciò che sembra.
Del tutto sola e senza la possibilità di fidarsi di nessuno, riuscirà Ember a prendere in mano le redini del suo destino?

Copia digitale gentilmente fornita dalla CE in cambio di una recensione onesta

L’oscurità che abitava nel profondo dentro di me e che nascondevo agli occhi del mondo sollevò la testa. Cercava di trovare una breccia nella prigione in cui era rinchiusa, come un mostro che non riuscissi a controllare.

Ember Brycin è una diciottenne diversa da tutte le altre. Non solo per l’eterocromia dei suoi occhi (uno giallo-verde acceso, l’altro color lavanda pallido cerchiata di viola e blu elettrico) o il suo aspetto poco principesco (incarnato pallido abbinato a capelli neri a strisce rosse). Ember vede e sente cose strane, tant’è che gli analisti l’hanno descritta come una persona schizofrenica. Ma la sua non è una malattia mentale. La morte della madre l’ha solo cambiata.

Ogni volta che uno psicologo mi costringeva a ricordare quel giorno, diventavo vacua. Vuota. Morta.

Dopo aver visto il corpo della madre smembrato, la sua vita va in frantumi. Sorgono gli incubi notturni, le visioni e delle capacità paranormali come la telecinesi (abilità di spostare oggetti e persone con la mente), la tecnocinesi (abilità di manipolare la tecnologia senza alcuno sforzo fisico) e la pirocinesi (abilità di controllare il fuoco con il pensiero). Ed è proprio a causa di quest’ultima che Ember viene etichettata dal preside della sua scuola come un soggetto pericoloso. Viene mandata, perciò, a Silverwood, un Istituto correttivo destinato a ragazzi problematici, criminali, dipendenti da sostanze stupefacenti. Ed è proprio lì che incontra Eli, un ragazzo sexy dall’aspetto rude, minaccioso. Lo stesso che aveva visto ammanettato a una sedia della stazione di polizia.

Nell’istante in cui i nostri occhi si incontrarono, fu come se il fuoco inondasse le mie vene gelate. I suoi occhi brillavano di una luce inquietante, come se qualcuno avesse lasciato accese due luci in una stanza nera come la pece.

Ember è attratta da Eli, anche se spesso lui la guarda con disgusto e indifferenza. È ostile, distaccato e non ha nessuna intenzione a fare amicizia con lei. Ma nonostante tutto, i due riescono a capirsi con il solo linguaggio degli occhi. Ma nonostante tutto, Eli è protettivo nei suoi confronti ed Ember non ne capisce il motivo. Eli è sempre nei paraggi quando più ha bisogno di lui, la trova sempre. E lei trova sempre lui, come due calamite impossibili da separare. Pian piano il loro legame diventerà sempre più intimo, confidenziale, ma Ember sente che Eli non è quello che sembra. Non è solo il cattivo ragazzo appartenente alla gang di motociclisti più pericolosa di Olympia.

È molto di più.

C’era qualcosa di cupo e pericoloso in lui, e mi tornò in mente la prima notte in cui l’avevo visto: era minaccioso, freddo e, ad essere onesti, davvero spaventoso.

Non avrei saputo dire perché, ma c’era qualcosa in lui che sembrava più animalesco che umano.

Un altro personaggio intrigante che affascinerà la nostra protagonista sarà Torin, un ragazzo bellissimo e misterioso dal sorriso ammaliante e due ipnotici occhi blu. Dice di conoscerla da sempre, compare all’improvviso nella realtà o nei suoi sogni e ogni volta sembra che voglia metterla in guardia da qualcosa o qualcuno. È dolce, protettivo e, in qualche modo, legato a lei.

«È nel tuo sangue, Ember. Io e te siamo destinati ad essere insieme, per volere degli dèi e delle dee. È questo il motivo per cui non riuscivo a smettere di cercarti. Tu sei mia.»

Ember, sopraffatta dalle emozioni e dai misteri che la circondano, si troverà faccia a faccia a un’agghiacciante verità. Tutte le favole e i miti sulle fate, i goblin e i mostri che la mamma le raccontava prima di andare a letto non sono solo favole. È la realtà e lei ne fa parte.

Ma Ember si renderà conto ben presto di essere il mezzo di un piano malefico e sottrarsi a quel destino non sarà semplice. Di chi dovrà fidarsi per proteggere se stessa e le persone che ama?

L’oscurità della luce è il primo volume di una serie paranormale. È un romanzo ben scritto, scorrevole e coinvolgente. I personaggi sono ben caratterizzati anche se la presenza di qualche cliché rende il romanzo non molto originale. Un libro che comunque consiglio soprattutto a chi si approccia per la prima volta al genere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close