Recensione: “COME ORIGAMI” di Elisa Crescenzi & Carola Rifino

Come Origami è una lettura sensuale, romantica, piacevole e carezzevole. Sono certa che Ailis e Devin ruberanno anche a voi sorrisi, brividi, improperi e sospiri!”

Parola di Laura De Angelis che ha letto, per A libro aperto, Come Origami di Elisa Crescenzi & Carola Rifino

TITOLO: Come origami
AUTORE: Elisa Crescenzi & Carola Rifino
Editore: Self Publishing
Genere: Office romance, New adult.
Autoconclusivo: sì
Data d’uscita: 14 luglio 2021
Prezzo ebook: 2,99 €
Prezzo cartaceo: 15,00 €
Disponibile in Kindle Unlimited: sì
Frase: Ti aspetto come il silenzio aspetta il rumore.

Trama


«Indossi delle autoreggenti?»
«Anche questo è vietato?»
«Mi manderai all’inferno, Ailis».
Devin O’Reagan, erede dell’omonima distilleria di famiglia, conosce tutto del whiskey.
È particolarmente incline a trasformare ogni forma conosciuta in origami e sembra uscito da un romanzo di Oscar Wilde.
Giacche sartoriali, camicie immacolate, doppiopetto: neppure sullo stile Devin lascia qualcosa al caso.
Tutto deve essere sotto controllo, soprattutto sotto il suo.
Poi arriva Ailis Quinn, una delle nuove aspiranti collaboratrici del reparto grafico, pronta a sfoderare tutto l’armamentario delle cattive intenzioni.
Gonne striminzite, calze a rete, piercing: Ailis è un miscuglio di anticonformismo e insubordinazione. Solo il disegno sembra quietarla. Di certezze ne ha una soltanto: deve creare l’etichetta perfetta per la nuova bottiglia della O’Reagan e sbaragliare la concorrenza.
D’altra parte, lui di certezze sente di non averne più: la ragazzina impertinente non conosce la disciplina, il senso del decoro, la discrezione e l’uso delle sedie. Eppure…
Cosa succede quando le maschere si sgretolano? Cosa succede quando è la stessa Dublino a soffocare i pregiudizi?
Provocazioni. Battute affilate. Attrazione.
Devin piega la realtà su carta, Ailis sulla carta ci disegna la vita.
Saranno i limiti a prevalere sulla ribellione? Sarà la vita a far di loro origami, o farfalle?

Come origami è un office romance dalle note frizzanti, dolci, speziate, colorate e seducenti.

In una Dublino poliedrica, dove le tradizioni incontrano e sposano le innovazioni, prende vita la storia ideata da Carola Rifino e Elisa Crescenzi.

Nel cuore della città, nella distilleria di Whisky della famiglia O’Reagan, il giovane futuro erede, Devin, ha ideato un evento per festeggiare il centenario dell’attività. Un concorso riservato a giovani artisti, che dovranno creare una nuova grafica per il liquore prodotto da anni dall’azienda.

Di certo non si aspetta di trovarsi dinnanzi a una concorrente originale sia per la personalità ribelle e spumeggiante sia per le idee creative.

Ailis Quinn è sfrontata, irriverente e combattiva.

«Fammi capire, Damerino. Tu saresti il premio o il duro lavoro per riceverlo?»

Non rinuncia a essere se stessa, a vestire i suoi abiti preferiti, il trucco e i piercing.

Non rinuncia alla sua essenza per il ruolo e l’ambiente lavorativo nel quale si trova a interagire.

Semplicemente si mostra per ciò che è, senza filtri, anche se questo la espone al giudizio di chi la circonda.

Devin è un uomo che ha imposto a se stesso il rigore delle regole, l’inflessibilità del controllo sui suoi comportamenti e sugli altri. Per non divenire preda delle emozioni ha da tempo intrapreso un rituale, che l’aiuta a convogliare le frustrazioni e lo stress, crea origami. Ora si trova a dover lavorare, a stretto contatto, con quella aspirante grafica così istintiva, provocatrice e sensuale.

Tra i due si innesca una tensione viva, fatta di dialoghi densi di frecciatine e scintille.

A ogni incontro/scontro i personaggi si spogliano delle loro maschere, regalandoci frammenti delle loro intime vulnerabilità. Essi sembrano avere una polarizzazione opposta, la quale rivela la forte attrazione che li calamita irrimediabilmente l’uno verso l’altra. Possono due persone in apparenza così diverse avere punti in comune?

Una donna anticonformista può nutrire sentimenti per un “Damerino”?

«Ailis è bella, dannatamente bella, ma fuori dalla mia portata e non perché io sono un damerino, come mi definisce, e lei una ribelle, ma perché due come noi sono in netto contrasto tra loro per ciò che hanno dentro, nascosto tra le pieghe dell’anima»

Vi accorgerete ben presto che Ailis rappresenta la variabile impazzita che rischia di far saltare lo schema di vita del nostro protagonista maschile.

Lei è una sfida.

Lei è colore.

Lei è tutto ciò da cui sta cercando di rifuggire.

Lei è l’unica che vorrebbe avere.

Lei è il comburente che rischia di far bruciare entrambi.

Riusciranno a superare i propri limiti, a lasciarsi andare a quel sentimento che è germogliato tra loro? Il dolore e le ferite del passato, che si insinuano nel loro presente, diventeranno un deterrente o un collante per la loro storia? Potrete saperlo solo godendovi questa lettura!

Ho amato molto il ritmo narrativo che le autrici hanno saputo imprimere alla storia. E, ancor di più, la delicatezza con la quale vengono in superficie tematiche importanti che danno coerenza al profilo psicologico e comportamentale dei personaggi: alle loro azioni, pensieri e timori. Sì, perché dietro all’esuberanza e la sicurezza della protagonista femminile, soggiacciono le cattiverie verbali subite dalle sue coetanee durante gli anni adolescenziali. Ferite che nel tempo sono diventate delle cicatrici invisibili, le quali lasciano nell’anima una memoria emotiva. Mentre dal rigore di Devin affiorano i sensi di colpa per una perdita affettiva che lo ha reso l’ombra di se stesso.

Le scrittrici sono riuscite a tessere una rete di attori secondari che si fanno portatori di messaggi positivi, si percepisce la forza dell’amicizia, quella che unisce persone senza legami di sangue, ma che potrebbero, in realtà, essere considerati davvero come fratelli e sorelle.

Carola ed Elisa hanno intrecciato i fili del destino dei loro figli di carta con doppi nodi, dosando in maniera impeccabile le tempistiche con le quali far sgretolare le presunzioni del lettore. Inoltre c’è cura nel registro lessicale, che a tratti risuona pieno di note poetiche, che rendono la lettura armoniosa, emozionante e appassionante. La caratterizzazione dei personaggi è ben approfondita, se ne assapora l’evoluzione, la crescita e il continuo conflitto che li affligge, pagina dopo pagina, ci accompagna verso l’epilogo.

Come Origami è una lettura sensuale, romantica, piacevole e carezzevole. Sono certa che Ailis e Devin ruberanno anche a voi sorrisi, brividi, improperi e sospiri!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close