Cinema, serie e tv:”THE 100″

Che delirio questa serie! Una carrellata di Maiunagioia e lotte di potere per accaparrarsi un pezzo di terra dove riuscire a sopravvivere in un mondo post apocalittico. Si inizia con 100 ragazzi e finisce con tremila personaggi morti per strada. Grande inizio, ma poi alla fine non ci si capisce più niente’.

  • Titolo originale The 100
  • Paese Stati Uniti d’America
  • Anno 2014-2020
  • Formato serie TV
  • Genere azione, drammatico, distopico, post apocalittico, fantascienza, avventura, dramma adolescenziale
  • Stagioni 7
  • Episodi 100
  • Durata 42 min (episodio)
  • Lingua originale inglese
  • Rapporto 16:9
  • Crediti
  • Ideatore Jason Rothenberg
  • Soggetto Kass Morgan (romanzo)
  • Interpreti e personaggi
  • Eliza Taylor: Clarke Griffin
  • Paige Turco: Abby Griffin
  • Thomas McDonell: Finn Collins
  • Eli Goree: Wells Jaha
  • Bob Morley: Bellamy Blake
  • Marie Avgeropoulos: Octavia Blake
  • Kelly Hu: Callie Cartwig
  • Devon Bostick: Jasper Jordan
  • Christopher Larkin: Monty Green
  • Isaiah Washington: Thelonious Jaha
  • Henry Ian Cusick: Marcus Kane
  • Lindsey Morgan: Raven Reyes
  • Ricky Whittle: Lincoln
  • Richard Harmon: John Murphy
  • Zach McGowan: Roan
  • Tasya Teles: Echo
  • Shannon Kook: Jordan Green
  • JR Bourne: Russell Lightbourne
  • Chuku Modu: Gabriel Santiago
  • Shelby Flannery: Hope Diyoza

Tratto dai romanzi di Kass Morgan. The 100 è una serie di fantascienza e pura azione e soprattutto mai una gioia, voltafaccia e scelte catastrofiche.

La Terra è stata completamente sconvolta dall’energia nucleare; delle bombe hanno colpito l’intero suolo abitabile. I sopravvissuti sono stati costretti quindi a creare l’Arca, una stazione spaziale in grado di ospitare migliaia di persone e permettere un’esistenza quasi normale, a parte regole molto rigide (tipo quella di non avere oltre un unico figlio) e prigionia per i crimini più futili. Dopo circa 100 anni però le condizioni di questa struttura iniziano a diventare preoccupanti; essa, infatti, è destinata al collasso e la popolazione morirà se non si trova una soluzione. Ecco che il consiglio dell’Arca decide di inviare sulla Terra 100 giovani prigionieri e scoprire così se il pianeta è di nuovo abitabile, infine salvare quel che resta della razza umana.

Tra di loro c’è Clarke (un’attira sfiga che fa concorrenza alle più sfigate della storia dell’umanità) figlia dell’uomo giustiziato per aver detto ad alta voce che l’Arca stava morendo e della dottoressa Abbye. Clarke è diciamo la protagonista, a cui tutti appioppano il ruolo da leader. Diciamo che lo è ma tanto nessuno ne combina una giusta alla fin fine. Abbiamo poi Bellamy, il ragazzo che si è imbarcato nella missione allo scopo di seguire la sorella. Alterna arroganza con il suo lato protettivo, divide la leadership insieme a Clarke. Anche lui ha fatto cose di cui si pente, ma in questa serie il senso di colpa è un classico. Passiamo a Octavia, sorella di Bellamy, la sempre prigioniera. Octavia non sarebbe dovuta nascere, essendo secondogenita e perciò colpevole indirettamente, costretta a rimanere nascosta sotto al pavimento nella stanza della madre. Una volta scoperta dalle guardie, Octavia fu messa in prigione e quindi inviata come una dei 100. Insieme a Clarke e Bellamy è un personaggio chiave della storia, la sua personalità subisce varie trasformazioni e ciò la rende una dei più interessanti e sfaccettati. Il povero Finn, visto nel ruolo di ribelle nella prima scena, che purtroppo s’innamora di Clarke e ne subisce la sfiga – in malo modo tra l’altro – poi abbiamo Monty e Jasper, amici inseparabili e il nonnecombinauna Murphy, tipo cattivello e inaffidabile, un continuo banderuola.

Octavia e Bellamy

Insomma, ora sono sulla Terra e scoprono che è vagamente abitabile, le radiazioni risultano basse e ci si può convivere.

C’è un enorme però: il pianeta non è affatto deserto. I discendenti dei superstiti alla mattanza nucleare, quelli non vissuti nello spazio, sono divisi in clan, con a capo un solo comandante. La situazione politica e geofisica è tornata indietro di secoli; essi infatti non possiedono tecnologia, non usano armi da fuoco ma spade, archi e coltelli. Vedendosi invasi da Il popolo del cielo, questi terrestri cominciano ad attaccare i 100. Octavia viene salvata da un terrestre di nome Lincoln (pucci loro) e finiscono per innamorarsi. Gli scontri tra le due fazioni si fanno sempre più frequenti fintanto che Clarke riesce finalmente a conoscere il comandante dei terrestri Lexa (gran ganza e pure gnocca, tanto che onestamente passerei all’altra sponda. Del resto, pure Clarke lo fa.) Stipula accordi su accordi che spesso si rivelano uno sfacelo.

Raven

Sull’Arca, intanto, si continua ad ammazzare gente per fare un po’ di spazio tipo quando si svuotano gli armadi, non avendo notizie dai ragazzi. Abbye riesce a inviare sulla Terra l’intelligentona Raven (altro personaggio chiave) che è anche la ragazza di Finn. Ecco che si consuma un difficile triangolo amoroso tra Raven, Finn e Clarke (tifo Raven) ma come ho già detto Finn ha assorbito la sfiga dell’atomica bionda. Raven così entra a far parte del gruppo, che poi si completa con l’arrivo di tutti gli altri rimasti nello spazio, insieme alla mamma della sfigata, di Marcus (il Desmond di Lost. Lui l’ho shippato con Abbye) e quel rimbambito del cancelliere Telonius.

Si scopre inoltre che non solo i terrestri sono sopravvissuti alla disgrazia. Ci sono anche gli uomini della montagna: scienziati, soldati, semplici persone e bambini, che però non sopportano le radiazioni e portano avanti esperimenti assai poco ortodossi.

In parole povere, ‘sta Terra è fin troppo affollata ed è un macello di cervelli pensanti. Ma se credete che questa sia la parte più complessa, vi sbagliate di grosso. Intelligenze artificiali, sangue nero, lotte tra clan, sprazzi surreali, viaggi nello spazio, personaggi che diventano pazzi. Clarke che diventa bisessuale; la povera Raven, che tra tanti dolori e sofferenze si trastulla con personaggi che poi spariscono non si sa dove. Bellamy che si mette con questa e con quella, Murphy che trova la fidanzata, Octavia che si trasforma nella cattiva.

Vi ho procurato il mal di testa? All’inizio mi piaceva molto anche se era una continua tragedia, nelle ultime la storia si è incrinata. Era necessario arrivare a una serie 7?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close