Recensione: “BACIAMI PER PRIMA” di Anna B. Doe – ed. Heartbeat Edizioni

La nostra Daniela Tess ha letto, per A libro aperto, BACIAMI PER PRIMA di Anna B. Doe, ed. Heartbeat Edizioni.

Titolo: Baciami per prima
Autrice: Anna B. Doe
Serie: Blairwood University #0
Editore: Heartbeat Edizioni
Genere: Young Adult
Pagine: 288
Cartaceo: (da definire) Ebook: 2.99€
Data di pubblicazione: 29 Luglio 2021

Trama

Prima di Blairwood, c’era Bluebonnet.

Katherine Adams non avrebbe mai pensato di finire in una piccola cittadina del Texas ma, quando le cose iniziano a complicarsi, è il posto perfetto in cui rifugiarsi.

Emmett Santiago, il ragazzo d’oro di Bluebonnet, non avrebbe mai immaginato di poter capitolare così in fretta, ma basta uno sguardo a Kate ed è spacciato.

Trasferirsi con la zia al suo primo anno di liceo è la scelta migliore per sua sorella, e Katherine ha intenzione di fare tutto il possibile per rendere Bluebonnet la loro casa. Questo, di certo, non include flirtare con un certo ragazzo, indipendentemente da quanto sia affascinante il suo sorriso. 

Kate può non credere nell’amore, ma Emmett è determinato a farle cambiare idea. Quando scatterà la scintilla, chi dei due farà la prima mossa?

Sbatto le palpebre, cercando di concentrarmi su di lei invece che sul formicolio che le sue labbra hanno lasciato sulla mia pelle. «Ti ho baciato per prima» dichiara, come se avessi bisogno di sentirglielo dire. Mi ha baciato. Katherine mi ha baciato per prima. Non era proprio il bacio che ho immaginato per settimane, ma in un certo senso è stato anche meglio.

Baciami per prima è uno spin-off della celeberrima serie Blairwood University. I due protagonisti, Emmet e Katherine, sono apparsi nei volumi precedenti (che vi consiglio di recuperare) e l’autrice ha deciso di soddisfare la curiosità dei lettori in merito alla nascita del loro amore. Ho trovato questo volume, autoconclusivo e che si svolge prima rispetto agli altri, davvero delizioso. La storia tratteggiata è delicata e romantica. Katherine si trasferisce a Bluebonnet insieme alla sorella Penny per darle tranquillità e stabilità, quella che non hanno avuto con la loro madre vanesia e superficiale. Penny purtroppo è non vedente ed è stata bullizzata a scuola. Katherine è diventata per questo ferocemente protettiva: senza padre, non sapendo neanche chi fosse il proprio, concentra la sua vita e le sue attenzioni sulla sorellina ed è determinata a crearsi un futuro per lei. Non è interessata all’amore, soprattutto non a quello di un giocatore di football, Emmet Santiago, idolo delle folle. Ma il primo incontro con lui sarà scioccante per entrambi: Emmet la vorrà fin dal primo momento e la corteggerà assiduamente per farla capitolare. Ci riuscirà? E cosa succederà quando eventi del passato torneranno a sconvolgere la vita delle due sorelle?

 Sembra che io sia tornato a essere il moccioso di tredici anni che apriva a stento la bocca perché aveva paura del suono della sua voce. Datti una regolata, amico. È solo una ragazza… Una ragazza bellissima, da togliere il fiato. Aggrotta le sopracciglia, prima che la realizzazione prenda possesso del suo sguardo. «Oh, tu sei il ragazzo di prima». Mi tiro indietro come se lei mi avesse colpito in piena faccia. Non si ricorda neppure di me? Qualcuno fischia forte. Sono quasi sicuro che sia Miguel, ma non mi preoccupo di voltarmi a scoccargli un’occhiataccia. No, tutta la mia attenzione è concentrata sulla ragazza seduta accanto a me. «Sì, sono il ragazzo di prima». Faccio del mio meglio per mostrarmi disinvolto, come se non mi dispiacesse che mi abbia già dimenticato, quando io non me la riesco a togliere dalla testa dalla scorsa settimana. La cerco in ogni ragazza con i capelli scuri. «Sai, quello da cui sei scappata». «Scappata?» Le labbra di Kate si aprono sorprese, formando una piccola e perfetta O. Si volta sulla sedia per guardarmi in faccia. «Aspetta un attimo. Io sono quella che è finita con il culo per terra e le sue cose sparse su tutto il pavimento, se non ricordo male». «Allora ti ricordi di me» affermo…

Il romanzo è davvero piacevole, una ventata d’aria fresca in questa estate torrida. Rispetto ai precedenti ha una storia d’amore più delicata: il rapporto tra i due protagonisti nasce pian piano; ho apprezzato la capacità dell’autrice di scrivere una storia completamente diversa, con maggior spazio per l’introspezione psicologica, per la crescita dei personaggi, per la delineazione graduale e convincente di un amore.

…non sono riuscita ad addormentarmi, perché i miei pensieri erano tutti concentrati su un ragazzo. E non un ragazzo qualsiasi. Emmett. Il modo in cui mi aveva sorriso, con le rughette attorno agli occhi. Il calore della sua mano che si è stretta alla mia quando mi ha accompagnata in aula. Solo il pensiero fa accelerare il battito del mio cuore.

Mi sono piaciuti tantissimo la caparbietà, la maturità e la determinazione di Katherine, la sua forza e il suo coraggio: quasi una ragazza madre, per sua sorella, con grande spirito di sacrificio, capace di mettere gli affetti davanti a se stessa e alle sue necessità. Ho amato follemente il protagonista, serio, affascinante e carismatico: non il solito sciupafemmine leggermente buffone e libertino, ma un uomo quasi d’altri tempi, che innamorato, lotta per la ragazza che vuole; giovanissimo, riesce  a capire e a distinguere il vero amore e a non farselo scappare. Molto interessanti i personaggi di contorno, dalla zia Mabel, generosa donna che prende sotto la sua ala protettiva le due nipoti, a Bradley, un misterioso cowboy sempre presente, a Becky, amica di Emmet che simpatizza con Katherine fin dal primo momento. Molto bello il tira e molla con Miguel, l’altro vertice del triangolo amichevole di Bluebonnet, e spero davvero che Anna ci regali un finale anche per loro, non può lasciarci  così!

Non è che non mi vuole. Lei mi vuole, ma la cosa la spaventa. Non sa come gestirlo. Non sa gestire quello che prova per me, quello che c’è tra noi. Non rientriamo in nessuno dei suoi compartimenti stagni e questo la destabilizza.

La storia scorre piacevolmente, con almeno un paio di colpi di scena che spiazzano e convincono. Lo stile  è semplice ma elegante, le scene d’amore ci sono ma sono meno hot rispetto ai precedenti, più delicatamente sensuali. I cattivi sono ben tratteggiati; all’autrice il plauso di aver portato alla ribalta temi come l’inclusione, la diversità e la disabilità. Ho amato alla follia il personaggio di Penny, il rapporto che instaura e costruisce con Emmet è davvero meraviglioso e commovente.

«È così che conosci le persone, giusto?» chiedo con tono dolce. Penelope inala bruscamente, quando la sua pelle sfiora la mia. «S-sì. Io non lo faccio spesso, è molto strano da chiedere alla gente». Le sue dita sono gentili mentre le fa scivolare con calma sulla mia pelle. Inizia da sopra, le dita passano sulla fronte e le sopracciglia, sull’arcata del naso e alla fine sugli zigomi. «Sei ruvido» ridacchia Penny. «Ci sono un po’ di peli qua e là, non dirlo a nessuno». «Sarà il nostro segreto». I polpastrelli scivolano sulle labbra. «Adesso capisco».

Emmet non è il solito giocatore di football, come scrive Anna nelle note e questo non è il classico sport romance. Spero di avervi incuriosito e spero che lo leggerete. Lo consiglio davvero a tutti, non solo agli amanti del genere perché diverso e in un qualche modo più originale. Come sempre attendo i seguiti perché l’autrice è brava nel tessere trame intriganti e nel lasciare sempre il filo di un matassa aperta e ingarbugliata da sciogliere piano, emozionandoci e facendoci sognare.

Kate mi sorride e io rimango lì, sbalordito. Il mio cuore batte nel petto così forte che riesco a malapena a decifrare le sue parole. Il sangue scorre veloce nelle mie vene. È come se un fulmine mi avesse colpito e non riuscissi più a respirare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close