Recensione: “A TUTTO GIAPPONE. AMORE, SESSO, VECCHI E NUOVI MITI NEL PAESE CHE FA TENDENZA” di Antonio Moscatello (Newton Compton)

Siete appassionati del Giappone quanto la sottoscritta e appena scorgete qualcosa che lo riguarda avete l’impulso impellente di buttarvici sopra? Allora le guide-saggio di Antonio Moscatello, appassionato del Sol Levante, fanno per voi.

  • Titolo: A TUTTO GIAPPONE. AMORE, SESSO, VECCHI E NUOVI MITI NEL PAESE CHE FA TENDENZA
  • Autore: Antonio Moscatello
  • Editore: Newton Compton
  • Genere: Saggio
  • Pagine: 384
  • Data di uscita: luglio 2021
  • Ebook: 4,99
  • Cartaceo: 10,00

Sinossi

Il fascino del Giappone non si nasconde solo nei panorami mozzafiato e nelle architetture uniche al mondo: molti dei motivi per cui è uno dei Paesi più visitati in assoluto possono essere individuati nella cultura nipponica. Cibo, moda, arte, manga e anime . Antonio Moscatello ci porta per mano alla scoperta dei capisaldi del mito giapponese, offrendo un punto di vista insolito e privilegiato su alcuni aspetti spesso trascurati dalle guide tradizionali. Cosa mangiano (davvero) i giapponesi? Come si dice «ti amo»? Quali sono le nuove vie dell’illustrazione? Chi sono gli hikikomori? Sfogliando le pagine del libro sarà possibile scoprire qualcosa in più sulla vita delle idol , percorrere un itinerario immaginario tra i quartieri di Harajuku e Ginza o provare a esplorare l’affascinante – e per gli europei spesso incomprensibile – mondo della sessualità giapponese. Pagina dopo pagina, approfonditi alcuni degli aspetti più peculiari e curiosi della vita del popolo nipponico, la voglia di partire per Tokyo sarà garantita! L’unica guida alla scoperta di amore, passioni, sesso, arte e piacere nell’impero dei sensi Oltre samurai e fiori di ciliegio c’è un paese tutto da esplorare.

Frequentavo l’ultimo anno delle superiori quando ho studiato vari aspetti della mitologia e della cultura giapponese: il mio argomento della tesina riguardava proprio il Giappone. Guai a chi prova a rubarmelo, ho intimato ai miei compagni. Leggo manga e vedo anime sin da piccola e in pratica sono cresciuta con certe idee in testa, tanto che spesso ragiono da giapponese e non da italiana.

Quel che Antonio Moscatello descrive amabilmente nel suo libro è assolutamente vero; i giapponesi sono un popolo dalle mille sfumature, sulle loro tradizioni si potrebbero stilare dei tomi e forse non sarebbe mai abbastanza. Una cultura che ha radici molto profonde nelle origini.

L’autore ha afferrato il punto d’inizio ovvero la particolare creazione del Giappone, un racconto mitologico che ben si accosta alla mentalità e al modo di vedere il mondo degli abitanti di questo paese. Si parte col parlare dell’amore in ogni forma e sfaccettatura. I giapponesi non sono soliti dire ti amo e mostrare in maniera plateale i propri sentimenti in pubblico. Questo non sta a significare che i giapponesi non sono interessati all’amore, anzi, l’amore è in ogni forza invisibile sin dai testi arcaici, per non parlare dell’eros, delle stampe erotiche antiche. Del resto, chi non conosce la realtà delle geishe, le artiste dell’intrattenimento e dell’amore temporaneo? Solo lo lasciano intendere con altre parole o con la comunicazione non verbale.

Tanto per spiegare cosa troverete all’interno del libro, vi nomino Inami e Izanagi, le due divinità gemelle (femmina e maschio) che hanno creato il Giappone, in pratica amandosi sebbene sia un incesto. Allo scandalo? No, non viene ritenuto tale. L’intera storia la dovete leggere, vi dico solo che questo mito racchiude gran parte delle ideologie che hanno dato vita alla cultura. Una tra tutte è la purificazione del corpo e dell’anima.

Ci sono tante vicende poi narrate nella mitologia giapponese, sugli dei fratelli, tra cui la più importante dea Amaterasu- dea del sole e simbolo ufficiale della bandiere- anche figure storiche quale il famoso principe splendente Genji e al principio dell’impurità della gelosia. Argomenti tutti molto interessanti e che vi invito ad approfondire.

Moscatelli racconta anche altri aspetti, più moderni, tra questi spiccano gli Idol, giovani artisti del mondo dello spettacolo e al polo opposto l’hikikomori su cui avrei idea di scriversi qualcosa. Rappresenta un male moderno, un isolamento che colpisce soprattutto uomini, disoccupati, depressi, che decidono di chiudersi in casa e non uscire più, annullando del tutto la vita sociale.

Ancora moltissime curiosità vi attendono nel mondo dei ciliegi, in bilico tra antico e moderno. Una guida più che un saggio, scritto in maniera scorrevole e appetibile per chiunque. Assolutamente da tenere nella propria libreria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close