Cinema, serie e tv: “OUTLANDER”

ATTENZIONE: JAMIE FRASER PUò CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA

Poteva mancare Outlander nel nostro archivio? Giammai. Purché molti spettatori si siano arresi a seguire questa serie partita dalla Scozia e ora sbarcata nelle Americhe, c’è chi persevera nella visione, e che visione, della storia di Claire e Jamie.

Visualizza immagine di origine
  • Paese Stati Uniti d’America, Regno Unito
  • Anno 2014 – in produzione
  • Formato serie TV
  • Genere drammatico, avventura, fantastico, sentimentale, in costume
  • Stagioni 5
  • Episodi 67
  • Durata 51-88 min (episodio)
  • Lingua originale inglese, gaelico scozzese, scozzese, francese, spagnolo
  • Rapporto 16:9
  • Crediti
  • Ideatore Ronald D. Moore
  • Soggetto Diana Gabaldon (romanzi)
  • Interpreti e personaggi
  • Caitriona Balfe: Claire Randall/Fraser
  • Sam Heughan: Jamie Fraser
  • vedi Personaggi e interpreti per la lista completa
  • Doppiatori e personaggi
  • Francesca Fiorentini: Claire Randall/Fraser
  • Stefano Crescentini: Jamie Fraser
  • vedi Personaggi e interpreti per la lista completa
  • Musiche Bear McCreary
  • Costumi Terry Dresbach (st. 1-3), Nina Ayres (st. 4), Trisha Biggar (st. 5)
  • Produttore David Brown, Michael O’Halloran, Shaina Fewell, Michael Wilson, Jennifer Yale, Guy Tannahill, Ales Komárek, Caitriona Balfe, Sam Heughan
  • Produttore esecutivo Ronald D. Moore, Jim Kohlberg, Andy Harries, Maril Davis, Ira Steven Behr, Toni Graphia, Anne Kenney, Matthew B. Roberts, Marigo Kehoe
  • Casa di produzione Sony Pictures Television, Left Bank Pictures, Story Mining and Supply Company, Tall Ship Productions
  • Prima visione
  • Prima TV originale
  • Dal 9 agosto 2014
  • Al in corso
  • Rete televisiva Starz
  • Prima TV in italiano
  • Dal 9 marzo 2015
  • Al in corso
  • Rete televisiva Fox Life (st. 1-5)

Nemmeno a farlo apposta, ieri sera ho concluso la millesima maratona delle cinque, finora, serie di Outlander. Stavolta è stata mia madre a insistere poiché invaghita dell’highlander dai capelli rossi e gli occhi azzurri.

Gli uomini hanno il porno, le donne hanno JAMES ALEXANDER MALCOM MCKENZIE FRASER” si mormora.

Visualizza immagine di origine

Storia nata dalla brillante testolina della signora Diana Gabaldon, appassionata della storia scozzese da tanti anni. Ho letto nella sua biografia che è una fan del film Rob Roy, bellissima pellicola con Liam Neeson che forse abbiamo visto solo io e lei, più quella di Braveheart con Mel Gibson.

La serie La straniera è un bel mix di generi. Romanzo d’amore, piuttosto peperino nelle scene di sesso; storico perché si svolge in un secolo esplosivo nel campo delle rivoluzioni (scozzese, americana e francese), fantasy poiché si parla di viaggi nel tempo; di rapporti familiari, di battaglie e anche di politica. Sia libri che serie non sono ancora terminati. Sono uguali? Sì e nì. La prima è quella più uguale di tutte, la seconda quasi ma non del tutto, la terza molto simile, la quarta e la quinta a grandi linee, cambiando molte circostanze. La strada è abbastanza lunga ancora, la parte americana risulta un po’ lenta nei romanzi, ma vediamo di occuparci della parte visiva, partendo dall’inizio.

Protagonista assoluta è l’infermiera Claire Beauchamp Randall, in viaggio tipo seconda luna di miele col marito Franco – volevo dire Frank Randall – nelle Highlands scozzesi, precisamente a Inverness. Appena terminata la seconda guerra mondiale, in cui entrambi erano in mezzo, i due sposini necessitano di ritrovare la tranquillità e il legame assopitosi dalla lontananza e si concedono questa vacanza. Le cose però non vanno come prospettano, perché Claire oltrepassa per caso una pietra del cerchio di Craig na dunn, un complesso di monoliti risalenti all’epoca celtica, tornando indietro nel tempo di duecento anni. Periodo complesso per gli scozzesi; la sanguinosa disfatta di Culloden sarebbe avvenuta di lì a pochi anni, come Claire viene a sapere, ma è obbligata a nascondere la sua vera identità o sarà bannata come strega.

Il suo giungere in un’epoca estranea non passa inosservato e nemmeno è privo di difficoltà. S’imbatte purtroppo nello spietato e sadico capitano inglese Jack Randall, appassionato di lavanda e antenato del marito di Claire, copia spiccicata nell’aspetto e totalmente diverso nei modi e nei gusti, che l’aggredisce. La donna viene salvata da uno scozzese in fuga, Murtagh (ciccio!) che la conduce nel gruppo di guerrieri capeggiati da Dougal MCkenzie. Tra loro vi è Jamie, giovane (gli ormoni esplodono) ricercato per un crimine non commesso, vittima preferita di Jack Randall in persona. Claire, creduta una spia da tutti, viene portata al castello di Leoch di Colum MCkenzie, capo del clan e fratello di Dougal, zio di Jamie.

Nessuno crede alla storia raccontata dalla donna, che cerca di sopravvivere e trovare un modo per tornare alle pietre, perciò la tengono d’occhio e la persuadono a diventare la loro guaritrice. Oltre a essere infermiera, Claire ha il dono di servirsi delle erbe per curare ferite e malattie. Tra lei e Jamie nasce subito una forte attrazione, che non sarebbe andata da nessuna parte visto che lui è un gentiluomo e profondamente all’antica.

Se non fossero stati costretti a sposarsi per farla sfuggire alle trame di Randall, Jamie sarebbe ancora vergine e starebbe ancora a mangiarsela con gli occhi. Sì, lo era prima che la mogliettina gli insegnasse proprio di tutto. I due si amano alla follia, tanto che Franco ormai è diventato il bel cervo della sigla, litigano, si menano anche: a letto sono una bomba. Claire arriva a confidare tutto al nuovo marito, che per fortuna le crede e le permette di scegliere con chi stare: se con lui o tornare nella propria era. Ovviamente lei sceglie lui.

Ma la loro storia è colma di incertezze, traversie, pericoli. Jamie porta la moglie alla sua Lallybroch, tenuta del padre Brian Fraser, morto quando il figlio è stato frustato da Randall fino a devastargli la schiena. La libertà di Jamie è appena a un filo; il malvagio capitano inglese ha ben più di una mira sul giovane scozzese. Randall è infatti interessato ad averlo carnalmente – da questo lato ha gusto in fatto di uomini – desideri malsani che cela agli occhi dei superiori. Nonostante tutto, Jamie e Claire superano ogni ostacolo si presenti a minacciare il loro legame, decisi a cambiare il futuro e a evitare la battaglia di Culloden, la sconfitta del popolo scozzese.

Visualizza immagine di origine

Mutare però il futuro risulta impossibile, giacché Claire è costretta a tornare nel 1948 per partorire la sua Brianna, mentre è convinta che l’amato Jamie sia ormai morto stecchito. Ma dopo vent’anni… Beh, se continuo non finirò mai l’articolo. Quel che posso riferire, come annunciato, la nuova vita di Jamie e Claire si costruirà nel Fraser’s Ridge, nella Carolina – nord o sud, boh- insieme a tanti personaggi nuovi e vecchi. Ho sempre adorato la coppia Jamie e Claire, per me sono vincenti. Oltre a loro ho un forte debole per il giovane Ian, protagonista di una parte interessante. So che a molti non interessa di Roger e Brianna, ma ci sono anche loro, come anche tutte le nuove presenze. Una cosa però la sottolineo, gli attori hanno un talento ineccepibile, soprattutto Caitriona e Sam, non me li potrei immaginare diversamente.

Visualizza immagine di origine

Cosa ne pensate di questa serie? Jamie a parte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close