Recensione: “LA RAGAZZA CON LA STELLA BLU” di Pam Jenoff – ed. Newton Compton

Anna Lisa Manotti ha letto, per A libro aperto, LA RAGAZZA CON LA STELLA BLU di Pam Jenoff.

  • Titolo: LA RAGAZZA CON LA STELLA BLU
  • Autore: Pam Jenoff
  • Editore: Newton Compton
  • Genere: romanzo storico
  • Data pubblicazione: 6 settembre 2021
  • Pagine: 254

Trama

Dall’autrice del bestseller La ragazza della neve
Oltre 1 milione di copie nel mondo
«Un libro che si legge tutto d’un fiato.»
Washington Post

1942. Sadie Gault ha diciotto anni e vive insieme ai genitori nel ghetto di Cracovia. Quando i nazisti rastrellano la città, Sadie e la madre, incinta, sono costrette a cercare rifugio nelle fogne. Ha così inizio per loro un lungo periodo di terrore, trascorso al buio nel sottosuolo. Un giorno Sadie alza lo sguardo e, attraverso una grata, vede una ragazza della sua età che compra dei fiori. Ella Stepanek è un’agiata giovane polacca che ha conservato molti privilegi perché la sua matrigna ha ottenuto la benevolenza degli occupanti tedeschi, pur guadagnando per sé e per la famiglia il disprezzo degli amici di sempre. Sola e in pena per il fidanzato partito per la guerra, Ella vaga per Cracovia senza sosta. Un giorno, al mercato, intravede qualcosa che si muove sotto una grata del marciapiede. Quando si accorge che lì si nasconde una ragazza, la sua vita cambia per sempre. Ella decide di aiutare Sadie e la loro diventa presto un’amicizia profonda e intensa, ma la guerra porterà i loro destini in rotta di collisione. Eventi terribili metteranno alla prova tutto ciò in cui credono, ponendole di fronte a delle sfide impossibili.
Dall’autrice del bestseller La ragazza della neve
Oltre 130.000 copie in Italia
Oltre 1 milione di copie nel mondo
Pubblicata in 27 Paesi

«Incantevole… Una storia commovente sulla forza di volontà di sopravvivere nelle condizioni più difficili. Perfetto per i lettori di tutte le età».
Publishers Weekly
«Un libro che si legge tutto d’un fiato.»
Washington Post
«La scrittura di Pam Jenoff è evocativa e coinvolgente…»
The Globe and Mail
«Un racconto sincero e appassionato che mostra come i legami umani e la speranza possano sopravvivere anche durante uno dei momenti più bui dell’umanità.»
Library Journal
«Una storia avvincente, ambientata durante la Seconda Guerra mondiale. Pam Jenoff sa ricostruire le ambientazioni storiche con maestria. Una lettura emozionante.»
Booklist

“La ragazza con la stella blu” di Pam Jenoff è arrivato alle mie mani mentre ultimavo un altro libro sulla seconda guerra mondiale, un saggio storico sul campo di concentramento di Ravensbrück a opera di Sarah Helm e questo ha, in parte, influenzato il mio giudizio.

Il romanzo della Jenoff racconta l’odissea di un gruppo di ebrei costretti a nascondersi nelle fogne di Cracovia e di una ragazza polacca che finisce per diventare colei che salverà loro la vita. Accattivante, no?

Quello della Helm, invece, non è altro che la storia del campo di Ravensbrück, diviso per argomenti.

Sulla carta il libro della Jenoff vince a mani basse, poi lo leggi e scopri che non è proprio così.

Le vicende di Sadie ed Ella, le due protagoniste, non prendono mai davvero. Con Sadie entriamo nel ghetto di Cracovia, scendiamo nelle fogne, viene raccontato il freddo, la fame e la paura di essere sentiti da quelli che vivono nel “mondo di sopra” e “raccontato” è la parola chiave. Noi non sentiamo davvero il freddo, la fame, la paura, la solitudine, la rabbia o lo scoramento; sono cose che restano lì, sulla superficie della narrazione. Le voci di Sadie ed Ella sono molto simili eppure partono da retroterra molto diversi: una è un’ebrea di modesta estrazione, con una famiglia unita e felice; l’altra viene dalla Cracovia bene, orfana di entrambi i genitori costretta a vivere con una matrigna da manuale. Entrambe hanno grandi sogni ed entrambe trovano o ritrovano l’amore. Le loro voci alternate sono, in realtà, una voce sola perché entrambe mancano di vero mordente, di passione e di forza. Eventi catastrofici accadono senza scuotere il lettore, grandi gioie lasciano più o meno indifferenti.

Altro punto dolente è il rapporto fra Ella e Krys, suo ex fidanzato e membro dell’Armia Krajowa la più vasta organizzazione di resistenza che operò sul territorio polacco durante il conflitto. Si prendono e si mollano per motivi anche buoni cui manca però il pathos necessario affinché noi simpatizziamo per l’uno o per l’altro. Lo stesso si può dire del rapporto che lega Sadie a Saul, suo compagno di rifugio nelle fogne, il legame che li unisce si sviluppa senza un vero perché e sorvolando grandemente sulle obiezioni, plausibili, che dovrebbe muovere il padre di lui (ebreo ortodosso) all’idea che il figlio sposi un’ebrea non osservante. La guerra smuove le certezze direte voi, certo, ma avrei voluto vedere il signor Rosenberg maturare questo cambiamento in modo più visibile.

I personaggi secondari sono anche più sfumati e opachi dei protagonisti, si muovono e fanno cose senza lasciare grosse tracce. A mio avviso questo romanzo aveva spazio a sufficienza per una storia sola ed era quella di Sadie che avrebbe meritato più ampio respiro. Ella è un contraltare debole e privo di forza.

Resta un romanzo ben documentato, con un lessico vagamente ripetitivo, ma che scorre bene e lascia con il desiderio di saperne di più sugli ebrei che davvero trovarono riparo nella rete fognaria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close