Recensione: “IL LAGO DEI MISTERI” di Kimberly Belle – ed. Newton Compton

La nostra Federica Cabras ha letto, per A libro aperto, IL LAGO DEI MISTERI di Kimberly Belle, ed. Newton Compton.

  • Titolo: IL LAGO DEI MISTERI
  • Autore: Kimbelry Belle
  • Editore: Newton Compton
  • Genere: Thriller
  • Data pubblicazione: 9 settembre 2021
  • Pagine: 352

Trama

Autrice del bestseller Il matrimonio delle bugie
Un grande thriller
«Fino allo sconvolgente finale niente è come sembra.»
Il matrimonio di Charlotte con il facoltoso vedovo Paul ha dato vita a molti pettegolezzi nella cittadina in riva al lago dove vivono. 

Ma i due sposini sono felici, nonostante le maldicenze scatenate dalle umili origini di lei e dalla tragica fine del primo matrimonio di lui. Quando però le acque del lago restituiscono il cadavere di una giovane donna, ritrovato nel punto esatto in cui annegò la prima moglie di Paul, Charlotte comincia a dubitare del marito. 
Quella che all’inizio appare come un’orribile coincidenza, infatti, nasconde più di un lato oscuro: Paul racconta alla polizia di non aver mai incontrato prima la ragazza del lago, ma Charlotte lo ha visto conversare con lei solo pochi giorni prima… Che motivo può aver avuto suo marito per mentire? 
Anche se le bugie di Paul hanno aperto delle crepe nel loro giovane e fragile rapporto, Charlotte è determinata a salvare il matrimonio. 
Man mano che procede nella sua ricerca della verità, però, si rende conto che non sa più a cosa credere: al suo cuore, che le dice che Paul è un brav’uomo, o al crescente sospetto che suo marito abbia nascosto nelle acque del lago un terribile segreto…

Copia digitale gentilmente fornita dalla CE in cambio di una recensione onesta.

Un tempo era Charlie. Viveva in una roulotte parcheggiata in un campo caravan e la sua pancia era sempre vuota. Quella di sua madre, invece, sempre piena. Di tequila o di qualche altro alcolico, però, non di cibo. E quando la donna che l’aveva messa al mondo si addormentava nel divano – no, aspettate, “sveniva” è il termine giusto –, preda dell’alcol, a lei toccava di badare a suo fratello neonato Chet. Sempre. Una bambina di poco più di sei anni che bada a un fagottino appena nato. E non gli fa mancare nulla. E lo culla, proprio come avrebbe tanto dovuto fare quella donna la cui ultima preoccupazione erano quei due bambini affamati.

Scatta qualcosa, nella tua testa, quando l’infanzia e l’adolescenza trascorrono con questo macigno sul cuore. Non dimenticherai la frustrazione, il dolore e l’ansia; non dimenticherai la paura, la fame e l’odio.

Nemmeno quando cambi vita.

Adesso è Charlotte. Vive in una casa grande, una casa che ha persino il disimpegno e un grande cortile sul retro. Una casa disegnata da un marito abbiente. Una casa che sembra enorme e lo è anche. Una casa a bordo di un lago, spaziosa, elegante, vista da tutti come splendida. Ma tutto questo ha un prezzo.

Paul ora è suo marito. Sì, proprio lui, un Keller. Ah, anche lei è una Keller, e il brillante sul suo anulare sinistro non fa che confermarlo. Si è sposata per amore o per soldi, Charlotte? Per amore, certo, ma sarebbe bugiarda se dicesse di non provare una fitta di sollievo ogni volta che guarda la riserva di cibo. Ogni volta che riesce a pagare una bolletta in anticipo. Ogni volta che si reca al lavoro con la serenità di potersi permettere tutto quello che vuole. Eppure Charlotte non vuole nulla di più di quanto serva per vivere. Non vuole dar fondo ai soldi di Paul. Non vuole vivere nello sfarzo. Certo però che non avere la tachicardia per arrivare a fine mese è bello, eh!

Comunque, abbiamo dato le premesse, ma c’è anche un’altra cosa da specificare.

Il giorno del suo matrimonio con Paul Keller, la metà dei compaesani era convinta che lei fosse un’arrivista senza scrupoli, l’altra metà che fosse pazza a mettersi insieme a un potenziale assassino… sì, perché quattro anni prima la precedente moglie di Paul, nuotatrice professionista, era affogata nel lago che circonda la casa. Il suo corpo galleggiava nella banchina e, nonostante non fossero state trovate prove, il marito era per tutti i conoscenti il probabile killer. A confermare quest’idea, ehm, anche il fatto che la vera ricca tra i due fosse proprio lei.

Ma Charlotte non ci pensa, e ci mancherebbe anche. Fino a quando…

Fino a quando il lago restituisce un nuovo corpo. Una donna bionda galleggia a faccia in giù, morta e fredda e senza un nome. Ancora.

Ritmo serrato. Punto di vista di Charlotte/Charlie intervallato, di tanto in tanto, a capitoli esterni che offrono un quadro del passato di tre giovani amici. Colpi di scena.

Un libro riuscito, perfettamente direi, interessante al punto giusto e molto ben scritto. Ci sembra di essere nella sua testa, nel cervello di una ragazza che ha cambiato vita ma che, prima fra tutti, non riesce ad accettarsi. A comprendere che decidiamo noi se il futuro sarà roseo o nero, cupo come la notte che incombe. O come una mattina trascorsa tra i boschi.

Il passato che torna a farci visita, questo il tema ricorrente… ecco, perché spesso non si può dimenticare quello che è stato. I ricordi riaffiorano, basta poco talvolta, e a quel punto tutto diventa chiaro, tutto diventa trasparente. Ma quanto si rischia?

Il finale mozzafiato conclude un testo riuscitissimo, che tiene incollati. Che fa fremere di paura e sorridere, anche se poco, di sollievo. Che fa chiudere il Kindle con un’unica, grande convinzione: anche le cose più limpide possono nascondere uno specchio d’acqua torrida. E le persone mentono, sono molto brave a farlo.

Bello!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close