Cinema, serie e tv: “GRAND HOTEL”

Eccoci tornare con la rubrica dedicata alle chicche televisive. Stavolta ospitiamo l’avvincente serie spagnola andata in onda durante l’estate su Canale 5, che ha folgorato i cuori di Daniela ed Elisa, e non solo per la trama!

Visualizza immagine di origine

Grand Hotel è una serie spagnola, composta da 39 puntate divise in tre stagioni. Il serial è stato trasmesso in Spagna dal 2011 al 2013 mentre in Italia è approdato solo nell’estate di quest’anno, trasmesso da Canale 5 dal 9 giugno al 5 settembre. Le vicende di Julio, Alicia e del famosissimo Hotel non sono concluse. Mancano infatti 14 puntate che Mediaset presumibilmente, stando agli ultimi rumors, trasmetterà nell’ estate del 2022.

Trama: Julio Olmedo, un giovane di umili origini, raggiunge Cantaloa per rivedere sua sorella Cristina che lavora al Grand Hotel. Giunto a destinazione scopre che nessuno sa più nulla di sua sorella, sparita da tempo; per ritrovarla, sospettando che possa esserle accaduto qualcosa di brutto, si fa assumere come cameriere. Mentre indaga, il giovane si innamorerà della figlia della padrona, Alicia, e troverà un amico sincero nel cameriere Andres. Entrambi lo aiuteranno nel cercare Cristina ma mentre sveleranno il mistero legato alla sua scomparsa, scopriranno altri, inquietanti segreti legati al Grand Hotel e alla temibile e potente famiglia degli Alarcon.

              Personaggi e interpreti principali:

Visualizza immagine di origine

Ho iniziato a vedere questa serie perché era estate, avevo molto tempo libero e il trailer trasmesso da canale 5 mi aveva molto colpito. Adoro le storie d’amore intrecciate con il mistero e questa sembrava davvero avere le premesse per conquistarmi. Premesse e promesse assolutamente mantenute: sono rimasta incollata letteralmente alla tv ad ogni puntata, con entusiasmo e partecipazione, giocando con i protagonisti a risolvere i vari misteri che erano spesso dei complessi rompicapi. La trama è accattivante così come appare; il cast è eccezionale e di una superlativa bravura. Su tutti spicca Yon Gonzales, sicuramente un ottimo incentivo per vederlo! 😀 La storia d’amore è romantica e appassionante, anche se incarna un cliché del genere: il poveraccio, il giovane di umili origini che si innamora della nobildonna. Ovviamente mille ostacoli si frapporranno tra i due, non ultimo un pretendente di lei testardo e deciso a sposarla a tutti i costi: Diego, il direttore dell’hotel.  Un amore proibito, impossibile che nascerà pian piano a dispetto delle convenienze e della società dell’epoca, a dispetto delle diversità culturali ed economiche. Un legame dettato dall’attrazione e dalla comunione di anime che stravolgerà le vite dei protagonisti.

La serie è molto bella, coinvolgente e ben descritta. Appassionante anche la parte gialla, ammetto che non ho capito subito chi fosse il serial killer iniziale. Curata la ricostruzione storica, gli ambienti, i costumi, il linguaggio. Per chi ama gli storici come me è davvero un prodotto eccezionale e che consiglio assolutamente. L’unica “pecca” è dovuta ovviamente agli ostacoli che a un certo punto gli autori hanno frapposto al legame tra i protagonisti; non ho molto condiviso la scelta di Alicia alla fine della prima stagione ma ovviamente la trama ne ha acquisito in sorpresa e coinvolgimento. La coppia funziona, ha molta chimica, che traspare dallo schermo. Forse a volte la trama gialla ha preso il sopravvento su quella rosa (personalmente avrei preferito più scene d’amore tra i protagonisti) ma alla fine il prodotto resta equilibrato. Il rammarico che mi resta è che dovremo aspettare l’estate prossima per sapere come si concluderanno le vicende di Julio e Alicia e se arriverà per loro il sospirato lieto fine. Non aggiungerò altro perché rischierei di fornire involontariamente spoilers clamorosi. La consiglio ovviamente a chi ama gli storici, le ambientazioni dei primi del novecento, i romanzi rosa e quelli gialli. A chi predilige le storie romantiche e delicate, gli amori tormentati e i percorsi tortuosi prima di giungere al sospirato finale. Consigliata anche a chi ama diverse storyline che si intrecciano, le saghe familiari, i protagonisti opposti che si attraggono. Nonostante sia una produzione spagnola non ha nulla della telenovela (alcune delle quali a me sono piaciute, penso all’ormai mitica Cuore selvaggio) ma più del telefilm storico. Anche in Italia hanno provato a fare un remake qualche anno fa ma, a causa dei bassi ascolti, si sono fermati alla prima serie lasciando i telespettatori con un cliffangher clamoroso. Mentre aspettiamo il gran finale consiglio a tutti voi di recuperare le puntate su Mediaset infinity. Speriamo di avervi incuriosito e se deciderete di vederla aspettiamo i vostri commenti, soprattutto sulla bravura di Julio/Yon, vero Elisa? 😀 😀 😀

Qualcuno ha detto Julio?? Eh, hai perfettamente ragione cara collega Daniela. Concordo su tutto ciò hai esposto con dovuta cura. Siamo tutte deluse dal non poter vedersi concludere questa avventura nel breve tempo possibile e troncata sul più bello, anche arrabbiate con la produzione che lo ha mandato in onda, mia mamma si è dichiarata scioperante verso le prossime trasmissioni.

Bando però alle chiacchiere, il mio compito è di approfondire la personalità e i ruoli dei personaggi. La serie è costellata di facce, parti principali, secondarie e comparsate che durano poche puntate, il tutto suddivisi in simpatici e odiosi. Alcuni hanno menti diaboliche e sono disposti a tutto pur di ottenere il potere dell’hotel, altri invece hanno caratteristiche deboli o risultano dei casi disperati.

Visualizza immagine di origine

Julio Olmedo: Julio è di origini umili, si sa poco della famiglia tranne che sua sorella Cristina lavora all’Hotel di Cantaloa ed è scomparsa nel nulla. Di bell’aspetto, non passa inosservato nei meandri degli spazi riservati al personale. Nella sala e agli occhi della famiglia Alarcon sembra invisibile, a parte ovviamente quelli di Alicia. Julio pare adattarsi a ogni situazione, risulta comunque un cameriere efficiente benché finga di esserlo. Dagli indizi appresi nelle puntate, in passato è stato un abile ladro, ha trascorso un periodo in prigione ed è un pugile per le scommesse; forte nonostante non sia oltremodo muscoloso. Insomma, non è quel si dice un santo; eppure, è intuitivo, capace di grandi sentimenti e ha un profondo senso di giustizia. Non è uno che molla facilmente, il fatto che rimanga all’hotel è la prova inconfutabile. Ha amato una donna sbagliata un tempo, ora lotta per un amore impossibile per Alicia e incoraggia sempre l’amico Andres. Noi tifiamo per Julio.

Alicia Alarcon: Alicia è quel che si dice una privilegiata: ricca, bellissima, colta e con un futuro radioso assicurato. Dopo la morte del padre Carlos, la situazione inizia a prendere una strada diversa. Alicia, infatti, scopre verità sulla sua famiglia, a poco a poco, che le faranno dubitare di loro. Ognuno dei suoi parenti ha uno scheletro nell’armadio o ne combinano una dietro l’altra. Alicia è molto dolce, l’unica degli Alarcon a trattare il personale come persone e non come servi, si interessa alla loro salute ed è sempre gentile, anche con Andres appena scoprirà la sua celata identità. Alicia ricambia Julio, ma è più restia di lui a lasciarsi andare al loro amore e commette un errore madornale di fidarsi di Diego.

Diego Murquia: Antipatico numero 1. Direttore dell’hotel grazie alla complicità di donna Teresa, ha sempre bramato due cose: il potere incontrastato sull’hotel tutto e la mano di Alicia, che ama a modo suo. Diego si è sempre concesso l’occasione di infilare nel suo letto delle compiacenti cameriere, e in una di questi momenti ha fatto centro, se capite cosa intendo. Ha un carattere manipolatore, trama sempre dietro qualcosa e non vede di buon occhio il marito della sorella di Alicia. Non accetta rivali in nessun campo, è un tipo metodico e geloso. La sua perfidia a volte supera quella di Teresa.

Donna Teresa: Antipatica numero 2. La madre di Alicia e proprietaria del Grand Hotel. Ha parecchie cose da nascondere, è una donna che comunque è stata spesso umiliata dal comportamento del marito. Sfoggia il più delle volte falsi sorrisi, spesso appare senza sentimenti, cinica anche coi figli. Lei e Diego si contendono il podio dei grandi macchinatori.

Sophia; sorella maggiore di Alicia, sposata col marchese Alfredo di Vergara. All’apparenza è innocua e succube della madre, ma è anche dannatamente impulsiva e ve ne accorgerete. È una dei personaggi che commette più errori ma mai punita. Sophia cerca sempre di elevare il marito nella posizione più elevata nella gestione dell’albergo, ma con scarsi risultati.

Alfredo: marito di Sophia, nobile ma con scarso denaro, ha una madre piuttosto petulante che detesta gli Alarcon, ed era infatti contraria alle nozze. Alfredo non è molto carismatico e la maggior parte delle volte non riesce a imporsi contro i caratteri forti, come quelli di Teresa e Diego. La suocera non ha molta stima di lui. Un po’ troppo credulone, è uno dei suoi difetti.

Javier; fratello di Alicia e Sophia. Davvero un caso umano e disperato. Javier non ne combina una giusta. Donnaiolo incallito, scapestrato, spendaccione e irresponsabile, si rende complice di contrabbando con loschi figuri. Anche quando tenta di farne una giusta, gli va male. Indegno di essere l’erede degli Alarcon, si rende però protagonista di eventi che strappano numerose risate. Spesso Julio è costretto a salvarlo dalla sua irrequietezza patologica.

Donna Angela: La capocameriera del Grand Hotel e madre di Andres. Inizialmente molto rigida e pronta a rimproverare, insofferente nei riguardi della cameriera Belen per ovvi motivi. Nelle ultime puntate la donna si ammorbidisce. È stata protagonista lei stessa di un grande amore difficile e che ha segnato la sua vita. Anche lei nasconde numerosi segreti.

Andres: figlio di Angela. La sua identità è la causa di numerosi intrighi. Andres non sa nulla, svolge timidamente il suo lavoro all’hotel, anche se spesso si ritrova a coprire le spalle a Julio, divenuto il suo migliore amico. È innamorato dell’opportunista Belen, che riesce a sposare anche se lei non lo ama davvero. Andres è un tipo che fa tenerezza, umile e impacciato.

Belen: cameriera dell’hotel, una ragazza che cerca di cogliere sempre il frutto della convenienza. Ha avuto una storia di letto con Diego e poi incoraggia Andres a corteggiarla e perciò attira le ire di Angela. L’ obiettivo di Belen è sempre quello di elevare la sua condizione. Anche quando è una vittima, non riesco a provare pena per lei. Una che se le cerca, insomma.

Detective Ayala. Questo ometto è un simpatico ispettore, mandato a Cantaloa per rivolvere il caso dell’assassino del coltello d’oro, artefice di feroci delitti su giovane donne. Arma del delitto: coltelli usati nel Grand Hotel. Alaya è osteggiato continuamente da donna Teresa, che impedisce le indagini nella struttura, eppure non si arrende neppure quando viene degradato a sergente. Tanto lui è geniale tanto il suo assistente è poco sveglio.

Eccoli qui, direi che non abbiamo tralasciato nulla, che ne pensate?

Auspichiamo di gustarci presto le ultime puntate e sapere che ne sarà della coppia Julio e Alicia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close