Recensione: “MINE” di Natasha Knight & A. Zavarelli

A libro aperto presenta il primo volume della serie “Ties that Bind” di Natasha Knight e A. Zavarelli. È Laura De Angelis a parlarci di MINE. Prestissimo vi presenteremo il secondo volume.

Trama

Non avrebbe mai dovuto entrare nel mio club.
Ma lo ha fatto.

Non avrei mai dovuto guardarla.
Ma l’ho fatto.

Il mondo criminale non è un posto per una ragazza come lei.
Una notte con Katerina non è abbastanza, ma gli uomini come me non possono permettersi di essere deboli.
Quindi le dico di proseguire con la sua vita.

Lo fa, ma non prima di aver visto qualcosa che non avrebbe dovuto vedere.

Quando si nasconde, il mio compito è scovarla. Ho un lavoro da portare a termine e lei deve scomparire per sempre.

Quattro anni dopo, Kat non è più sola, e il bambino che le è accanto mi assomiglia.

Buongiorno Monelle, oggi ho il piacere di parlarvi di MINE, il primo volume della dilogia “Ties that Bind” a cui farà seguito l’epilogo finale dal titolo HIS, frutto della collaborazione delle autrici A. Zavarelli e N. Knight, ed edito dalla Quixote Translations edizioni.

Per le appassionate del genere mafia romance questo sorprendente sodalizio solletica la curiosità e accende il desiderio di intraprenderne con entusiasmo la lettura.

Chi, come me, ha amato la serie “La malavita di Boston” e “la Benedetti Brothers”, sa bene la bravura delle singole scrittrici e, inevitabilmente, ha un carico di aspettative molto alto… tranquille vi assicuro che non ne resterete deluse!  

La storia narrata è accattivante e coinvolgente, la Zavarelli e la Knight hanno saputo amalgamare il loro stile, regalando colpi di scena, inserendo in maniera funzionale i cliché appartenenti al genere e, infine, hanno saputo gestire e ridistribuire gli spazi e i tempi narrativi, in modo equilibrato, fra i due personaggi principali. 

Proprio su questi ultimi vorrei soffermarmi: ho apprezzato molto la protagonista femminile, Katerina, la descrizione fisica la fa apparire delicata e graziosa, ma con l’avvicendarsi degli eventi emergono qualità caratteriali che collidono con quella visione iniziale, mostrando una forza interiore, una caparbietà e un coraggio inaspettati. 

Ci viene presentata come una diciannovenne sola al mondo, senza radici, senza affetti familiari e una solidità economica alle spalle. Lei si mantiene con un lavoro insoddisfacente in una tavola calda, supportata dall’affetto dell’unica amica che ha, Nina. Quest’ ultima è una figura che giocherà un ruolo importante nello sviluppo del plot, sarà lei a generare, inconsapevolmente, l’incontro tra Kate e Lev. 

Fra loro l’attrazione sarà fulminea, un’unica occasione, un’unica possibilità di lasciarsi andare alla passione e nulla sarà più come prima.

Levka è il proprietario del Delirium, un locale noto nell’ambiente della malavita russa, ovviamente è un uomo imponente, misterioso, affascinante e pericoloso. Pur appartenendo a un mondo efferato e crudele si svela a Kat e a noi lettori, nelle sue intime fragilità, mostrando sentimenti di compassione e protezione nei riguardi della giovane che è riuscita ad insidiarsi sotto la sua facciata fredda e impenetrabile.

Tra misteri, vendette e crimini, Kat si troverà a doversi guardare le spalle dalla mafia russa e anche da Lev. Dovrà dare a se stessa una nuova identità per proteggere qualcosa a cui non può assolutamente rinunciare. Dall’altro canto, il nostro protagonista ci terrà incollate a lui, roso dal costante desiderio di scoprire la verità su fatti del suo passato e insidiato dalla rabbia nei confronti di colei che è stata capace di tacergli qualcosa di imperdonabile.

«… E il sangue è più forte di qualsiasi cosa. Kat sta per imparare cosa significhi per me. Pensa di poter scappare, ma non c’è più nessun posto dove nascondersi.»

Questa lettura è stata adrenalinica, magnetica e passionale, in linea con il genere di cui fa parte, eppure avrei preferito che alcuni temi e situazioni, vissute da Kat e Lev, venissero approfonditi maggiormente, ma ho fiducia in queste autrici e attenderò il secondo e ultimo volume!

E voi, siete pronte ad arrivare in un batter d’occhio all’ultima pagina di MINE? Vi avverto… preparatevi a restare sorprese dal cliffhanger finale!!! 

Buona lettura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close