Recensione: “CHI DI ROSA FERISCE” di Daniela Saviozzi (Blueberry edizioni)

Un matrimonio da seguire passo dopo passo in vista, quello di sua sorella, e per Giada si prevedono giorni di fuoco. Il peggio è che dovrà rincontrare il suo ex! Una commedia che di rosa non ha solo il genere, scritta da Daniela Saviozzi in maniera frizzante e trascinante. Continuare a leggere per credere.

  • Titolo: Chi di rosa ferisce
  • Autoconclusivo
  • Autore: Daniela Saviozzi
  • Editore: Blueberry edizioni
  • Genere: chick-lit
  • Pagine: 224
  • Data pubblicazione: 18 settembre 2021
  • Ebook: 0,99
  • Kindle Unlimited; sì
  • Cartaceo; 8,32

TRAMA

Il matrimonio di mia sorella Sara è alle porte e siamo tutti impegnati con gli ultimi dettagli. Sostenere la sposa nei suoi sbalzi d’umore sta diventando un’impresa, per non parlare del fatto che io, Giada Celli, non abbia uno straccio di fidanzato da un secolo. Non che me ne vergogni, ma dato che sarò costretta a passare un’intera giornata al fianco del mio ex a questo evento, presentarsi con un bel fidanzato poteva essere un modo per dimostrare che a me, di LUI, non importa più niente. Solo, non avevo previsto alcuni piccoli dettagli: lo sfarfallio nello stomaco nel rivederlo dopo anni? La mia goffaggine che sfiora punte disarmanti ogni volta che è nei paraggi? Senza dimenticare la spilungona bionda in rosa shocking con cui LUI ha avuto la brillante idea di presentarsi. Quante probabilità ci sono che io ne esca intera? E poi, quel sentimento che ci legava, si è davvero esaurito? Non vi resta che scoprirlo insieme a me nella settimana più delirante della mia vita in cui dovrò fare i conti con imprevisti, una sposa ansiosa, idee bizzarre e cascate di cuoricini rosa, il colore più odiato da chi come me ha chiuso con l’amore. Oppure no?

Tutto si può dire tranne che definire i preparativi di un matrimonio una bazzecola. Se si aggiunge poi la prospettiva di rincontrare, dopo anni, la persona che vi ha spezzato il cuore, la faccenda raddoppia la tensione. Non ha pace Giada, durante un’estate molto calda in cui vorrebbe rimanere in casa a rilassarsi, perché sua sorella Sara sta per lasciare il nido e volare verso il coronamento del suo sogno d’amore con Matteo. Damigella non proprio entusiasta, la protagonista rincorre la felice futura sposa nei negozi per scegliere l’abito e tutto ciò che occorre in vista della cerimonia e della luna di miele.

Giada non solo è malinconica al pensiero di separarsi dalla sorellina minore, che adora, poiché la sua personalità abitudinaria le impedisce di apprezzare gli stravolgimenti ed è terrorizzata, sebbene tenti di non darlo a vedere, di ritrovarsi davanti il suo ex, ovvero il testimone dello sposo.

LUI, per un po’ sentiremo solo questo pronome, è il grande amore di Giada, l’uomo che l’ha lasciata per trasferirsi all’estero per gratificare la sua carriera. Un attimo… non stanno propriamente così le cose, perché la ragazza lo ha più che altro lasciato andare senza seguirlo o implorarlo e non si sono più sentiti.

Chi ha deluso chi, insomma, forse non si saprà mai la verità. La realtà dei fatti è che Giada è ancora single, non ha uno straccio di uomo da farle da accompagnatore ed è ancora innamorata cotta dell’ex. Certa di riuscire a evitarlo il più possibile, per caso – con una mano dei personaggi secondari che muovono i fili – si ritrova sempre in mezzo a Lui e alla sua nuova fiamma Jennifer, una modella americana, superfiga e dall’aria giuliva, fissata con il colore rosa, da cui non riesce a separarsi. Una ragazza sempre allegra, in effetti, che pare non portare grossi pesi sulle spalle. Mentre Giada si tormenta di continuo collezionando figuracce da sotterrarsi, LUI non sembra avercela con lei. Anzi tende a provocare le sue reazioni emotive, preventivando il rinnovo di un interesse forse mai sfumato. Che intenzioni avrà il nostro LUI?

Questo trio improbabile sarà protagonista di attimi molto frizzanti delle tipiche commedie televisive. I personaggi risultano apprezzabili, Giada è molto dinamica nei suoi monologhi strampalati e strappa sempre un sorriso. Quasi quasi mi è stata simpatica anche Jennifer, non è del tutto oca come appare, anzi si dimostra essenziale nel puzzle venuto a crearsi.

Un romanzo divertente e romantico, scrittura fluida e dialoghi coinvolgenti, leggero ma non superficiale, che lascia intendere messaggi importanti alle lettrici. Bisogna avere il coraggio di osare nella vita, non rimanere ancorati alle abitudini, soprattutto se quell’amore da rincorrere è speciale e non un’effimera scintilla. Anche se, ammetto, la paura di fare dei buchi nell’acqua è giustificata. Ve lo consiglio se amate le storie romance condite da sanissima ironia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close