Recensione: “INDOVINA CHI VIENE A NOZZE” di Alicia Moore

Torno a parlare di matrimoni imminenti con il romanzo di Alicia Moore e con la sua protagonista Laura, una testimone di nozze alquanto particolare. Chi prenderà il bouquet lanciato dalla sua amica Giulia? Un romance che riserva un finale inaspettato, ma per saperne di più scorrete la mia recensione.

  • Titolo: Indovina chi viene a nozze
  • Autore: Alicia Moore
  • Editore: Self
  • Genere; Rosa, formativo
  • Pagine: 159
  • Data di uscita: 21 settembre 2021
  • E-book: 0,99
  • Kindle Unlimited: sì
  • Cartaceo: 10,00

Ma cosa sta facendo? Non può lanciare il bouquet adesso!
Il mazzo di margherite bianche spicca il volo, muovendosi nella mia direzione. Lo osservo stupita avvicinarsi al ralenti, fino a quando non me lo trovo davanti al naso.
No, non posso! Il bouquet no!

Quando Laura torna in Italia dopo un paio d’anni passati lontano da casa, crede di poter sistemare tutto ciò che ha lasciato in sospeso prima di partire. Deve soltanto trovarsi un buon lavoro, ricucire il rapporto con la madre e riconquistare Federico, mentre si prepara a fare da testimone di nozze alla migliore amica Giulia. Cosa mai potrebbe rovinare i suoi piani?
Forse… un invitato a nozze inaspettato?
Laura dovrà fare i conti con Jonathan, tornato dal passato per farle di nuovo girare la testa, dandole parecchio filo da torcere. Sarà ancora così decisa a perseguire i suoi obiettivi o si lascerà distrarre da lui?

Non tutti abbiamo le idee chiare su chi vogliamo diventare da grandi, oppure ci accontentiamo di quello che la vita ci offre, per destino o per caso, e a seconda della piega che il fato prende, percorriamo una strada tortuosa fino a quando non ci si realizza. Se ci si realizza. Per Laura, ormai adulta, il futuro non è mai limpido, il suo cielo è sempre colmo di nuvole, a peggiorare la situazione è che detesta sentirsi insoddisfatta, come lo era prima di partire dal suo paesino emiliano, stretta in un impiego che la soffocava.

Ci voleva il matrimonio della sua migliore amica per farla tornare indietro. Ed è proprio qui che la storia inizia. Laura non è molto cambiata durante la sua assenza; ha viaggiato, ha tentato di scrivere un romanzo mai iniziato, ma di per sé non ha trovato comunque il suo scopo nella vita. Lei è proprio così, persa tra le nuvole del suo cielo personale. Difficile che qualcosa la renda davvero felice e appagata, che le desti tanta emozione da toccarla. In particolare, un ragazzo è riuscito a destabilizzarla, Jonathan, un tipo sentimentalmente inaffidabile, uno spirito libero che detesta le restrizioni di una piccola società e le imposizioni di una relazione stabile. Che non rivede da quando è andata via.

Laura dovrà fare i conti con ciò che si è lasciata indietro e cercare di risistemare i pezzi di un puzzle rimasti spaiati. In primis la complicità messa in pausa con Giulia; il rapporto litigioso con la madre, con cui non ama troppo dialogare poiché si finisce sempre dentro un interrogatorio fastidioso; la mancanza di un lavoro fisso e infine il suo amico Federico, per cui sembrava provare qualcosa di più che semplice amicizia. Un rapporto però rovinato a causa dell’altra presenza maschile. Federico è l’opposto di Jonathan. Un ragazzo tranquillo e timido, restio a mostrare troppo le sue emozioni. L’imbarazzo tra lui è Laura è evidente dai loro primi incontri, anche perché per lui è complicato confidarsi e spiegarle quello che per tanto tempo ha nascosto a se stesso.

Se appunto Federico è il rovescio della medaglia dell’inaffidabile Jonathan, Giulia è l’opposto di Laura. La futura sposa, a cui la protagonista farà da testimone, è una ragazza equilibrata, innamorata, che si affanna a condurre l’amica, che viaggia sulle nuvole, sulla retta via. Eppure, nemmeno Giulia viene risparmiata dalle prime avvisaglie di incertezze. Con tutti questi preamboli, come andrà questo matrimonio?

A completare il cast dei personaggi vi è il gruppetto di amiche di Laura e Giulia, rumorose e vivaci, protagoniste di un addio al nubilato non proprio esilarante. La storia conduce in pieghe del tutto inaspettate e converga in numerosi spunti di riflessione. Lo stile dell’autrice è sempre corretto, scorre bene e trama e ruoli sono ben delineati. Il personaggio di Laura è lontana dall’eroina romantica, intervalla momenti di ingenuità a sensibilità spiccata e le sue azioni sono imprevedibili. Magari può risultare infantile, la si ama o la si biasima, ma è comunque lontana dai canoni che di solito si trovano nelle protagoniste romance. E poi pensate davvero che Laura abbia del tutto torto? Forse, chiunque di noi ha pensato, anche per un attimo, di allontanarci dalla mediocrità.

Lo consiglio, non aspettatevi però il classico triangolo amoroso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close