Recensione: “Deep Blue” di Sabrina Pennacchio – ed. Officina Milena

Deep Blue – ed. Officina Milena – è il nuovo romanzo di Sabrina Pennacchio, e a recensirlo per A libro aperto è Enrico Pedace. Seguite il suo consiglio!

Titolo: Deep Blue
Autore: Sabrina Pennacchio
Editore: Officina Milena 
Genere: Urban Fantasy
Pagine:  120 (con illustrazioni)  

Trama

Si dice che nelle vicinanze del Triangolo delle Bermuda accadano misteri inimmaginabili. L’infanzia di Sasha è stata scossa da un ricordo doloroso causato proprio da quel luogo, difatti quando era solo una bambina la nave che ospitava in crociera lei e la sua famiglia affondò e lei fu l’unica sopravvissuta di quella tragedia. Il suo salvataggio, però, non fu una casualità o un miracolo: qualcuno le aveva salvato la vita, qualcuno che di umano non aveva davvero nulla. Passati più di quindici anni dall’avvenimento, la ragazza ormai universitaria decide di affrontare un viaggio con la sua migliore amica Eloise e tornare nel luogo dove tutti i suoi incubi hanno avuto inizio, così da mettersi in qualche modo l’anima in pace e capire una buona volta se i suoi ricordi siano o meno reali. Quella che sembra inizialmente una semplice vacanza, si tramuterà in un incubo quando la morte busserà nuovamente alla sua porta: la creatura che le aveva salvato la vita esiste davvero? E se non fosse in realtà pacifica come aveva pensato?

Quante volte vi è capitato di trovarvi a bordo di una barca un blu azzurro diverso da quello che vediamo a riva. Un blu intenso, luminoso, vivo, che si presenta affascinante e superbo ai nostri occhi e allo stesso tempo inquietante e misterioso.

Sotto quel blu, la nostra credenza popolare ci porta a essere certi di sapere che vi sono pesci, polpi, meduse, molluschi e con la speranza di riuscire a vedere anche qualche delfino.

Ma siamo davvero sicuri che la fauna marina si racchiuda in questo limitato gruppo di esseri viventi? Siamo davvero sicuri che gli angoli più remoti dei nostri oceani non nascondano abitanti che ignoriamo da sempre, ma che invece ci conoscono più di quanto noi non conosciamo la nostra stessa storia?

Ebbene, Sabrina Pennacchio, giovane autrice classe 1991, ci porta proprio in quei luoghi sommersi e nascosti, dove l’occhio umano non è ancora mai arrivato e per farlo ci accompagna laddove il mistero prende vita e si infittisce avvolgendoci fin da subito: Il Triangolo delle Bermude. E lo fa raccontandoci la storia di “Deep Blue”, edito da Milena Edizioni.

Sabrina ricerca la ricetta per un fantasy insolito, si immerge nell’abisso delle leggende, sperimenta mescolando il mito di Atlantide con i misteri inquietanti che la natura cela sotto i suoi angoli più famosi del pianeta e allo stesso tempo più inesplorati. Il risultato che ne esce fuori è strabiliante e sorprendente. La lettura parte subito con l’enfasi del mistero proiettandoci nei ricordi nitidi e lontani della protagonista Ssha, sopravvissuta al naufragio della nave da crociera sulla quale viaggiava insieme ai genitori anni prima, quando era ancora una bambina.

Ma come può aver fatto una bambina a sopravvivere in mezzo all’oceano e ad arrivare a riva?

Qualcuno l’ha aiutata, qualcuno l’ha salvata… o forse qualcosa.

I ricordi di Sasha sono ben stampati nella sua mente e riaffiorano in ogni momento trascinandola nelle profondità delle sue paure e delle sue incertezze. Quel tragico incidente l’ha segnata nell’animo portandole via i genitori e destinandola a una giovinezza grigia da trascorsa in un orfanotrofio.

Sasha prova a raccontare quello che le è successo, prova a descrivere quella creatura che l’ha aiutata e portata fino a riva salvandola da morte certa, ma agli occhi di tutti lei è una bambina sotto shock che ha bisogno di urgenti cure e sedute psicologiche per superare un trauma profondo e doloroso.

Le uniche due persone che decidono di starle accanto sono Judith ed Eloise.

Judith, direttrice dell’orfanotrofio, diventerà la sua nuova guida, un faro nel buio di una sofferenza emotiva ed emozionale in cui la vita ha deciso di farla piombare, fino a rappresentare per lei una persona insostituibile in un ruolo che da troppo tempo le mancava. Quello di madre.

Eloise è, invece, la sua migliore amica. Conosciuta durante gli anni dell’università è il suo completo opposto. Sbarazzina, irriverente e prorompente si rivela un uragano di positività nella sua vita, portandole una brezza di freschezza e la certezza di trovare sempre un porto sicuro su cui contare, dato che appoggia in pieno il suo desiderio di ricerca della verità.

Lo stile di scrittura è fluido e brillante, impetuoso e travolgente. Basta immergersi una volta nella lettura e si rischia di finire in un vortice affascinante di pagine fantasy con lievissime sfumature horror. I personaggi sono ben strutturati e designati ognuno nel proprio ruolo, ma la bravura dell’autrice risiede nel fatto dell’aver saputo mantenere la protagonista come tale, senza mai farle perdere il centro della scena, nonostante abbia voluto spingere i personaggi secondari a farsi carico di colpi di scena stupefacenti.

Poche pagine riempiono questo libro, ma talmente intense da farvi rimanere intrappolati nel suo vortice dall’inizio alla fine, in un unico e adrenalinico tempo.

Mi fermo qui, anche se vorrei dire ancora tante cose, ma rischierei di spoilerare rovinandovi le sorprese che vi attendono.

Consiglio vivamente questo libro, una lettura leggere e appassionante, che vi accompagnerà per un breve lasso di tempo in un mondo apparentemente tranquillo, ma che nasconde misteri incredibili. Complimenti all’autrice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close