Recensione: “SPOSA PER CASO” di Anne Gracie – ed. Mondadori, collana I Romanzi

Un’altra bellissima lettura dei Romanzi Mondadori: SPOSA PER CASO di Anne Gracie.

Trama

L’ha sposata per salvarle la vita,
ma adesso l’amore cambierà la sua

Otto anni prima, nel pieno della guerra d’indipendenza spagnola, il tenente Luke Ripton salva la vita di una tredicenne e, per proteggerla, la sposa, lasciandola poi in un convento. Per otto lunghi anni Isabella attende il suo bell’inglese. Ma i suoi sogni si infrangono quando scopre che Luke è adesso lord Ripton ed è tornato solo perché non ha avuto scelta dopo aver tentato invano di annullare il matrimonio. Tutto ciò è inaccettabile per una donna fiera e indipendente come Isabella, ma lei decide di tener fede al voto nuziale. I loro scontri, tuttavia, saranno presto messi da parte dinanzi ai pericoli che dovranno affrontare insieme, in un’avventura che tramuterà rabbia e diffidenza in furiosa passione…

Note: Con SPOSA PER CASO (Bride by Mistake) si conclude la serie Devil Riders, che narra le vicende di un gruppo di soldati reduci dalle guerre napoleoniche.

I romanzi precedenti della serie, LA PRINCIPESSA RAPITA (The Stolen Princess), LADY DEI DESIDERI (His Captive Lady), UNA VOLPE NEL DESERTO (To Catch a Bride) e UN IMPREVISTO D’AMORE (The Accidental Wedding), sono già stati pubblicati nella collana I Romanzi Classic – nr. 1135, 1149, 1157 e 1223 rispettivamente.

Tra le altre opere di Anne Gracie già pubblicate in precedenza da Mondadori nella collana I Romanzi Classic, ricordiamo IRRESISTIBILE LIBERTINO (The Perfect Rake), L’ADORABILE TENEBROSO (The Perfect Waltz), ADORABILE SCONOSCIUTO (The Perfect Stranger) e IL BACIO PERFETTO (The Perfect Kiss).

Ambientazione: Inghilterra, 1819 (periodo regency)

— Dunque, per quanto riguarda il ballo, pensavo di invitare prima una quarantina di ospiti a cena. […] C’è qualcuno che desideri invitare? Nessuna lady speciale? […] Sono due anni che hai ereditato il titolo di tuo zio, è giunto il momento di pensare seriamente al matrimonio.

— Riguardo a quello, ho pensato seriamente al matrimonio. […] Mi sono sposato.

Solo con questa risposta, Luke Ripton è riuscito a far tacere la propria madre circa le aspettative matrimoniali. Pensate sia una bugia? Proprio no! Il giovane lord, per salvare una ragazzina dalle grinfie di un uomo malvagio e da un matrimonio sconveniente, la prende in moglie considerando l’eventualità di un annullamento. Trascorrono, però, otto lunghi anni e Luke non si è più premurato di quella fanciulla affidata alle cure della zia di lei, nel Convento dell’Angelo Spezzato. E così Lord Ripton si mette in viaggio verso i luoghi che vorrebbe dimenticare, dove la guerra di indipendenza spagnola gli ha strappato il migliore amico.

D’altra parte, Isabella non ha mai perso le speranze, ha sempre saputo che suo marito un giorno sarebbe ritornato da lei; purtroppo ignora che per tutti quegli anni ha cercato il modo di liberarsi di una sposina ingombrante e non desiderata.

Ma adesso lei non era più una bambina, e lui era… bello da mozzare il fiato. Alto, scuro, la carnagione abbronzata dal sole, un rossore bronzeo sugli zigomi sottili. […] Tutte quelle notti a sognarlo… e adesso… Non era lo stesso uomo.

Luke non sa fingere, si mostra per quello che è, l’uomo con un invisibile cappio al collo e con la fretta di ritornare a Londra per un appuntamento “speciale”. Tra i due “neo-sposi” è subito scontro, per la deviazione forzata da Bella.

Ufficialmente inizia la parte avventurosa e la scoperta di un sentimento che va oltre il dovere di rispettare i voti matrimoniali.

Questa lettura è stata veramente una corsa sulle montagne russe, con dei saliscendi non sempre dovuti ai colpi di scena, perché anche la parte emotiva viene coinvolta. Ho adorato il battibeccare tra madre e figlio, l’incontro tra i due sposi e il modo goffo di presentarsi di Isabella; l’inizio del viaggio, le avventure al limite – che a tratti sembrano esasperate – eppure il romanzo si legge bene e si ha davvero la voglia di scoprire come nascerà l’amore… L’arrivo nel paese di origine di Bella, l’incontro con Perlita e le vicende che si susseguono tengono davvero incollati alle pagine. Tuttavia rimangono dei dubbi nel vuoto lungo otto anni; il dolore, il pentimento o le pratiche di annullamento, cosa ha tenuto lontano Luke dal riprendersi la moglie?

Il linguaggio molto semplice e a tratti “moderno” – con termini tipo “privacy” – rende molto scorrevole la lettura. Ma veramente d’acchiappo è la storia d’amore. Isabella non è una vera bellezza ma si percepisce l’invaghimento di Luke per sua moglie fin quando non si trasforma nel vero amore. Bella è una piccola eroina, è coraggiosa non solo per per il viaggio intrapreso in solitaria, ma perché decide di amare sapendo di non essere corrisposta – fino a un certo punto; è una ribelle molto devota al marito. Insomma, due bei personaggi che non vi faranno di sicuro annoiare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close