Segnalazione: “LA BAMBINA DI CERA” di Roberta Castelli – ed. Golem Edizioni

Il ritorno del commissario Vanedda per una nuova indagine siciliana ne “La bambina di cera” di Roberta Castelli

Dal 10 febbraio 2022 in tutte le librerie e negli store online

SICILIA, FEBBRAIO 2022 – Lachea, Sicilia. Il commissario Vanedda è coinvolto in una nuova indagine e deve seguire le tracce di una bambola che riproduce le fattezze di Rosalia Lombardo. Tra colpi di scena ed eventi inesplicabili, riuscirà Vanedda a risolvere il caso e a fare i conti con i pregiudizi e i suoi problemi di cuore?

La bambina di cera è un giallo misterioso, inclusivo e totalmente siciliano, proprio come le origini della sua autrice. 

L’uscita in tutte le librerie italiane è fissata per il 10 febbraio 2022.

Roberta Castelli si è trasferita a Vienna per motivi personali diversi anni fa, eppure continua a portare la sua Sicilia nel cuore, trasmettendo tutto l’amore per la sua terra anche attraverso la sua penna, traendo spunto dalla realtà siciliana. «Il titolo è un omaggio a Rosalia Lombardo, la mummia più famosa di Palermo e, a detta di molti, la più bella del mondo» svela l’autrice, Roberta Castelli. «Le idee per i miei libri nascono sempre dalla vita reale e da episodi che ho vissuto in prima persona o che mi hanno raccontato. Per fortuna, la Sicilia è satura di spunti interessanti e a me non resta che osservare e scrivere, cercando di trovare il giusto equilibrio tra gli aspetti positivi della mia terra e quelli meno piacevoli, ma degni comunque di nota.»

Questa volta il commissario Vanedda dovrà districarsi tra la sua Lachea e Palermo e, oltre a dover risolvere un caso complicato, dovrà anche fare i conti con i pregiudizi causati dalla sua omosessualità e i problemi di cuore. «C’è qualcosa di me nelle manie del commissario Vanedda, mentre alcuni personaggi sono ispirati a delle persone che hanno attraversato il mio cammino fino a oggi Per esempio il personaggio di Pierluigi Falco, il nuovo sovrintendente, è un omaggio a un mio amico poliziotto, che purtroppo ci ha lasciati troppo presto.»

Esiste un lettore ideale per il tuo romanzo? «Non so se, in questo caso, ci sia un lettore che possiamo definire “ideale”. Credo che l’importante sia riuscire a toccare il cuore di chi legge: uomo, donna, giovane, adulto non fa differenza se la storia, nel passare, lascia una traccia.»

Estratto dal testo

Cara principessa, non so se questo è il destino che Dio, come dicevi tu, ha scritto per noi, ma io non sono pronto ad accettarlo. Questa terra è piena di esseri che meriterebbero l’inferno e il tempo a loro disposizione è un’offesa per le brave persone. Perché allora, dimmelo? Perché avrebbe deciso di donarne meno a te? No, da oggi sarò io l’angelo della vita e della morte, te lo giuro amore mio. Oggi dimostrerò al tuo Dio che posso essere come lui: toglierò il tempo a chi non lo merita e lo regalerò tutto a te.

La trama de La bambina di cera

Lo splendido e immaginario paese di Lachea fa da sfondo alle avventure del commissario Vanedda, un uomo controcorrente che ha deciso di sfidare pregiudizi e diffidenze e di fare il poliziotto in Sicilia, nonostante la sua omosessualità. In questa seconda indagine Vanedda, oltre a dover risolvere un intricato e misterioso caso che, tra presunti incidenti, messaggi misteriosi e strane sparizioni, vede coinvolta la famosa “mummia” di Rosalia Lombardo, dovrà fare i conti anche con i turbamenti del proprio cuore… Una storia avvincente che profuma di agrumi come la terra in cui è ambientata e di cui l’autrice ci fa sentire tutte le contraddizioni.

Chi è Roberta Castelli

Roberta Castelli nasce nel 1978 in provincia di Torino ma cresce in Sicilia, una terra che ama profondamente. La scrittura è la sua grande passione da sempre e nel 2019, dopo una lunga esperienza come blogger, scrive due racconti che le fanno vincere una menzione speciale e una pubblicazione. Nel 2019 il suo racconto La macchia rossa, che vede per la prima volta protagonista il commissario Vanedda, è stato pubblicato nell’antologia noir “Il tallone di Achille” (Golem Edizioni). Nel 2020, sempre per Golem Edizioni ha pubblicato “La traccia del pescatore” romanzo finalista a EtnaBook 2021. Il racconto “Asia” è stato pubblicato nell’antologia “Odio e amore in noir” (Fratelli Frilli Editori, 2021).

Il libro

Titolo: La bambina di cera
Autrice: Roberta Castelli
Genere: giallo
Collana: Le Vespe
Pagine: 224
Prezzo: € 13,90

In libreria e negli store online dal 10 febbraio 2022

Pre-order disponibile su Amazon

Per maggiori informazioni:
Ufficio stampa – Barbara Graneris – ufficio.stampa@golemedizioni.net – 340.81.32.136.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close