CINEMA, SERIE E TV – Recensione: “BRIDGERTON 2”

Cari lettori, il ritorno che tanto aspettavamo…

BRIDGERTON

Dopo un più di un anno di attesa tornano, su Netflix, i BRIDGERTON.

Ricordo che anche questa stagione è “liberamente ispirata” all’omonima serie di Julia Quinn, ed. Mondadori. La seconda stagione segue la storia di “Il visconte che mi amava” dedicata a Anthony Bridgerton e Kate Sheffield (Sharma).

Cast

  • Jonathan Bailey è Anthony Bridgerton
  • Simone Ashley è Kate Sharma
  • Ruth Gemmell è Lady Violet Bridgerton, madre di Anthony
  • Rupert Evans è Lord Bridgerton, il defunto marito di Lady Violet
  • Phoebe Dynevor è Daphne Bassett, sorella di Anthony, protagonista della prima stagione
  • Charithra Chandran è Edwina Sharma
  • Shelley Conn è Lady Mary Sharma, madre di Edwina e Kate
  • Adjoa Andoh è Lady Danbury
  • Golda Rosheuvel è la Regina Charlotte
  • Luke Thompson è Benedict Bridgerton
  • Luke Newton è Colin Bridgerton
  • Claudia Jessie è Eloise Bridgerton
  • Ruby Barker è Marina Thompson
  • Will Tilston è Gregory Bridgerton
  • Florence Hunt è Hyacinth Bridgerton
  • Polly Walker è Lady Portia Featherington
  • Bessie Carter è Prudence Featherington
  • Harriet Cains, è Philippa Featherington
  • Nicola Coughlan è Penelope Featherington
  • Calam Lynch è Theo Sharpe
  • Rupert Young è Jack, il nuovo Lord Featherington

Recensione

Veniamo da una prima stagione che ha fatto scalpore per le differenze con la serie di Julia Quinn e per il “cioccolatino” – il Duca di Hastings – così definito nel web. Soprannome assolutamente positivo, grazie proprio alla sua “bontà” emersa in scene un po’ – per qualcuno troppo! – “hot”. Lasciatemi dire che oltre a “quel pregio”, le doti recitative di Regè-Jean Page hanno lasciato davvero a desiderare, mettendo sotto tono la figura che ci eravamo creati di Simon leggendo il romanzo.

Al contrario, Jonathan Baile è il vero Anthony Bridgerton. Primogenito e capofamiglia, decide che è giunta l’ora di trovare la viscontessa con i giusti requisiti, quindi intelligente, malleabile, che sappia comportarsi come esige l’etichetta, e meglio se gradevole d’aspetto. L’amore non è assolutamente necessario, di questo è convinto. Di Anthony, tuttavia, conosciamo la turbolenta relazione con Siena, terminata nella prima serie.

La nuova Stagione è iniziata, e Anthony viene immediatamente colpito dal Diamante designato dalla Regina Charlotte: Edwina Sharma. La ragazza arriva da Mumbai con sua madre Lady Mary e la sorella Kate, ospiti di Lady Danbury. Kate, la maggiore delle due, ha seguito il percorso di crescita di Edwina, preparandola a diventare una sposa adeguata; per se stessa ha deciso che quando la sorella si sarà sistemata, farà ritorno in India. Anthony inizia un corteggiamento serrato tantoché invita le Sharma nella propria residenza, ma non trova l’approvazione al matrimonio da parte di Kate; più quest’ultima si oppone, più lui si intestardisce. I continui battibecchi, tuttavia, non fanno che accrescere la tensione tra i due. Violet e Daphne, rispettivamente la madre e la sorella di Anthony, vedono la differenza tra le Sharma, e comprendono la vera natura dei rapporti tesi tra il visconte e Kate: quello è il vero amore; Kate, oltretutto, sa tenere testa ad Anthony e lui ha proprio bisogno di una donna che lo sappia stimolare, non che sia remissiva e accomodante come Edwina.

Arrivati a questo punto della storia mi viene naturale fare dei confronti con il romanzo, che dopo un colpo di scena (una posizione equivoca che compromette Kate…) la versione della Quinn troverà l’epilogo. Nella serie Netflix le cose si complicano con due colpi di scena differenti dall’originale, di cui ovviamente non vi posso parlare, ma che ho apprezzato molto. Questo “brodo” allungato è necessario per tessere altre trame: troviamo la regina alle prese con la ricerca di Lady Whisteldown, la piccola avventura di Eloise, e la parentesi di Marina Thompson. Di quest’ultima, se inizialmente non si è compreso il ruolo, ora se ne delinea chiaramente il collegamento con un personaggio che più avanti diventerà protagonista. Se vi dicessi che Marina ha partorito e si è sposata con Sir Phillip? Se pensate che altro non possa succedere, vi sbagliate di grosso, perché c’è anche una novità in casa Featherington. È arrivato il nuovo Lord a portare ordine, e poi scompiglio, in famiglia!

Da annotare la scena divertente del gioco del Pall Mall e la caccia a cui ha partecipato anche Kate.

Dopo un accenno di trama e le differenze sostanziali tra versione cartacea e Neflix, vi lascio le mie impressioni. Innanzi tutto, questa serie è nettamente superiore alla prima. Potentissime le scene d’amore (vi consiglio di prestare attenzione dopo la cena con i nonni delle ragazze!) grazie alle perfette interpretazioni di Simone Ashley e Jonathan Bailey – Kate e Anthony – che si mangiano con gli occhi, intensissimi! Altra vera chicca è la partecipazione di Rupert Evans che impersona, attraverso dei flashback, Lord Brigerton; ciò è importantissimo per comprendere appieno i tormenti di Anthony. Stesso discorso vale per Kate e un dettaglio legato alla clausola matrimoniale della sorella; be’, la maggiore delle Sharma dovrà lottare per superare gli attriti con Edwina. Il dolore di Kate per la sorella è non è inferiore all’amore che prova per Anthony. Confermo l’ottima performance della Ashley, ma non sempre accade che nelle trasposizioni filmiche si ottenga lo stesso risultato di ciò che si è letto e le interiorizzazioni dei personaggi vengono meno, come è successo con Simon e i problemi legati alla balbuzie. Ho trovato frettoloso e sottotono questo particolare che in realtà è stato causa dall’allontanamento dal padre e da Londra – altra pecca della prima stagione.

Insomma, tante novità per chi a letto i romanzi, e per chi non li ha letti è un buon punto di partenza per recuperare gli scritti della Quinn.

Una seconda stagione che surclassa alla grande la prima e che mi sento di consigliarvi senza alcun dubbio!

Fuori dal set, non sono davvero belli? Non mi metto a disquisire in merito agli abiti e alle pettinature, ma sicuramente chi non ne ha giovato è l’interprete di Penelope, infagottata da quel parruccone!

Il trailer ufficiale

Aspetto i vostri commenti qui nell’articolo👇. La prossima volta vi porto al cinema, rimanete sintonizzati!

Maika

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close