Recensione: “THE BEST GIFT FOR MOM” di Ashley Andrews – Òphiere

Ora provate a dirmi che la nostra Stefy Sciama non è riuscita a convincervi su THE BEST GIFT FOR MOM di Ashley Andrews. Correte a leggere la sua bellissima recensione.

  • Titolo: “THE BEST GIFT FOR MOM”
  • Autore: ASHLEY ANDREWS
  • Editore: Òphiere
  • Data pubblicazione: 29 aprile 2021

Trama

Virginia Perkins, ventitré anni, ragazza madre del piccolo, magico Pip, è scorbutica e convinta di aver chiuso con l’amore romantico, ma per raggranellare i soldi necessari e far felice Pip, Ginny non esita a trasferirsi con il suo bimbo sulle coste dell’Oregon per prendere posto come fattorina di Amazon. Ok, manca poco alla Festa della Mamma, ma non può certo immaginare cosa abbia in serbo per lei il colosso vichingo dai capelli rosso prugna, appena arrivato nella sontuosa villa a fianco. Quel miliardario della birra e un vero degenerato. Come prima cosa, scarica una macchinata di donne mezze nude e, come seconda, perde un gatto da centomila dollari, collare di diamanti compreso. Cosa di meglio, per ritrovarlo, che farsi aiutare da Ginny che, in quanto fattorina, può chiedere di casa in casa dove sia finito il gatto? Peccato che la giovanissima mamma dalla volontà di ferro sia nemica giurata dei privilegi. Superare le barriere tra loro sembra proprio una scommessa impossibile; ma, come direbbe Pip, i desideri, se ci credi con la pancia, si realizzano veramente, soprattutto mescolando dedizione e spirito visionario, sull’orlo di un oceano dove tutto nasce e tutto ritorna.

Questo romanzo è proprio bello. Ho finito di leggerlo ieri mattina e ho passato gran parte della giornata col sorriso sulle labbra, ripensando spesso a Pip, Ginny e Cody: questo vuol dire che il messaggio è arrivato, l’autrice ha raggiunto il suo scopo.

The Best Gift for Mom non è il classico romanzo d’amore in cui è la coppia a essere protagonista e che, passando per un sentiero a ostacoli, alla fine troverà l’amore. Questa è la storia di un Lui, una Lei e un bimbo, che insieme cercheranno di diventare una famiglia, attraverso un percorso emotivo fatto di iniziali paure e diffidenza, che poi pian piano si trasformeranno in calore, fiducia e amore.

La Lei è Virginia, detta Ginny, Perkins, una ragazza madre di ventitré anni, che ha tirato su da sola il suo bambino, Philip, detto Pip, avuto a diciotto anni. Ginny, originaria di Olympia, per poter pagare un costoso intervento estetico a suo figlio, si trasferisce nell’Oregon, dove ha trovato lavoro come fattorina Amazon. Riesce a stabilirsi gratuitamente in una bellissima villa sull’oceano, in cambio dovrà esserne la custode.

Il Lui è Cody Hanson, bellissimo vichingo ventinovenne dal fisico statuario e i capelli color prugna, ricchissimo imprenditore e produttore della birra Ocean Song.  Il caso vuole che la villa di Cody sia confinante con quella presa in custodia da Ginny e che i due facciano presto conoscenza. O meglio, che si scontrino.

Il bimbo è Pip, figlio cinquenne di Ginny, un bambino speciale, che ha una filosofia della vita tutta sua per cui crede che basti “desiderare le cose con la pancia” per far sì che si avverino. Pip è cresciuto con un mito molto particolare riguardante suo padre biologico, una favola che Ginny gli ha raccontato per rendere il suo concepimento unico e magico, qualcosa di cui andare fieri.

“Il papà di Pip è e resterà il misterioso capitano di un vascello fantasma. Non si scherza con queste cose, i bambini costruiscono la propria identità sulla narrazione delle proprie origini”.

A completare il quadro, i due fratelli minori di Cody, le comari del paese e lo smarrimento di un preziosissimo gatto del valore di centomila dollari, affidato a Cody da sua madre, che di lì a qualche giorno raggiungerà i figli per festeggiare la Festa della Mamma.

Qui mi fermo. Preferisco non raccontare altro della trama, per non togliervi il piacere della lettura.

I sentimenti che emergono con prepotenza da questo romanzo sono la determinazione di Ginny nel mettere sempre il bene di suo figlio al di sopra di tutto, e la solidità di Cody, che a poco a poco scopriamo non essere affatto il marpioncello furbetto che conosciamo all’inizio della storia. Entrambi arriveranno alla fine del romanzo con alcuni lati del loro carattere smussati: Ginny imparerà a lasciarsi andare, a essere meno severa con sé stessa; Cody riuscirà a mostrare il suo vero io, molto diverso da quello che lascia intravedere abitualmente agli altri. E poi c’è Pip, un personaggio a cui è impossibile non affezionarsi e voler bene, di una dolcezza incredibile.

La storia che l’autrice racconta è a mio avviso principalmente commovente, pur mantenendo un registro leggero, divertente e ironico. È un romanzo d’amore, tenero e colmo di speranza, con dialoghi brillanti e una scrittura che ti avvolge, facendoti provare una profonda empatia verso i tre protagonisti.

Non mancano i momenti piccanti, molto fisici data l’urgenza che Cody sente ogni volta che si approccia a Ginny: l’autrice li descrive con dovizia di particolari, senza mai sfociare nella volgarità, ricorrendo piuttosto a un linguaggio particolarmente elegante. Un esempio è il primo bacio che si scambiano Ginny e Cody, raccontato quasi come se fosse una scena al rallenty, con una sensualità talmente profonda da evocare ben altre immagini:

“Frugò sotto la mia lingua, la raccolse e finalmente la intrecciò alla sua. Cominciò a danzarci, prima leggero e quieto, sfiorando e fuggendo, e poi con tocchi che si trattenevano, premendo e poi roteavano di nuovo, finché cominciò a spingere e pompare affondandomi in bocca, con movimenti morbidi ma decisi e in successione, spingendo, in un vortice di sensazioni, talmente inattese e mai provate, da darmi alla testa”.

Concludo dicendo che consiglio vivamente questa lettura a chiunque abbia voglia di emozionarsi senza perdere il sorriso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close